Up & Down #501. E che nessuno si offenda.

423

Non teme gli antipatici la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di ROSSO) ma soprattutto del peggio (circolettato di MARRONE) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* OK alla regia c’è Danny Boyle, ma dal primo trailer della miniserie “Pistol” (dal 31 maggio su Hulu) la delusione per il solito biopic posticcio è tanta. Almeno per adesso.

* Sono andati in scena al MGM Grand di Las Vegas i 64esimi Grammys 2022. Plastica e patina come sempre a farla da padrone. Come ha fatto Olivia Rodrigo…!

[UP]

+ Tom Parker (The Wanted).

+ C.W. McCall.

+ Tabby Diamond.

+ Mira Calix.

* Con qualche giorno di ritardo anche Paul McCartney ricorda e celebra Taylor Hawkins.

* Ai Grammys Billie Eilish tributa Taylor Hawkins indossando una sua maglietta durante ‘Happier Than Ever’.

* E proprio ai Grammys ecco il tributo ufficiale al batterista dei Foo Fighters.

* Ancora supporto all’Ucraina.

* Quando se tratta de beve e magnà il rosso per noi è assicurato. I Pantera lanciano la birra Vulgar Display of Lager in collaborazione con la Great South Bay Brewing.

* Lei è Ava Maybee – figlia di Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers – impegnata nelle selezioni di “American Idol”.

* Rimanendo in tema RHCP ecco alcune immagini della cerimonia che ha visto protagonista la band californiana a cui è stata assegnata la prestigiosa stella sulla Walk of Fame.

* La grande Linda Ronstadt (75) viene giustamente omaggiata dalla città natia Tucson. Le viene infatti intitolata la Music Hall.

* Ecco il primo trailer del documentario “Cypress Hill: Insane in the Brain” disponibile dal 20 aprile su Showtime. Il film è diretto dal fotografo Estevan Oriol e fa parte del progetto “Hip Hop 50” ideato da Showtime che culminerà nel 2023 con le celebrazioni dei 50 anni del “genere”. Intanto A&E Network ha annunciato un documentario su Ol’ Dirty Bastard dal titolo provvisorio “Biography: Ol’ Dirty Bastard”.

* Per tutti i fan di Kid Congo Powers!

* Il chitarrista A. Savage dei Parquet Courts è anche un abile pittore, per questo qualche tempo fa gli è stato commissionato dalla compagnia Beggars Group un murale nel proprio quartier generale londinese. Ecco il risultato.

* Arrivano in settimana griffati Funko POP! i White Stripes periodo ‘Elephant’.

* Al Mauerpark di Berlino copertina della settimana? Meglio dello schiaffo di Anagni comunque…

* Complimenti a St. Vincent.

* Ma soprattutto standing ovation per Joni Mitchell (78) che dopo essere stata celebrata ai MusiCares Person of the Year ha vinto il Grammy nella categoria Best Historical grazie all’album ‘Joni Mitchell Archives – Vol.1: The Early Years (1963-1967)’. A 52 anni dalla prima vittoria!

* Chiudiamo in maniera solenne grazie a Flea che ha eseguito l’inno americano in apertura dell’incontro Los Angeles Lakers contro Denver Nuggets di basket.

https://twitter.com/ESPNLosAngeles/status/1510707218248699905?s=20&t=1hpsH5sR5ScywMHAOkl7xg