Up & Down #491. E che nessuno si offenda.

250

Non teme la propria voce la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Si sciolgono gli Every Time I Die (“want to form a different band”) e i Kikagaku Moyo (“We have come to the conclusion that because we have truly achieved our core mission as a band, we would love to end this project on the highest note possible. Since first starting as a music collective on the streets of Tokyo in 2012, we never, ever imagined being able to play all over the world for our amazing audiences. It is all because of you that this was ever possible…and to this we are eternally grateful”).

* Sanremo è alle porte. Il peggio deve ancora arrivare… forse. Iva Zanicchi, io nonna rock a Sanremo tifo per i giovani. Grazie Ansa.it

* La morte di Meat Loaf e i copia-incolla furenti. Non aggiungiamo altro al solito piattume dei media. Questo è solo un esempio.

* Il “caso” Bono e le sue dichiarazioni. Manipolate, estrapolate a cazzo, comprese male e buttate in pasto ai media. I nostri. Che hanno ancora una volta dato prova di imbecillità, ignoranza, pochezza. Tristezza. Da Studio Aperto ai TG di fama migliore, dalle webzine poco specializzate a quelle di gossip di bassa lega, dai quotidiani illeggibili alle prezzolate testate guidate dai soliti decrepiti nomi noti. E poi improvvisamente ecco sbucar fuori dai social le peggiori risme di hater e di onniscienti pronti a gettare fango su dichiarazioni, ripetiamo, assolutamente equivocate. Qui non contano i gusti personali, non conta ergersi a esperti della materia U2, non conta analizzare album per album, annata per annata. Parliamo di disinformazione ingrossata, dopata. Dopo 40 anni, a chi piace risentire la propria voce? Siamo davanti ad una sorta di falsa modestia dell’artista che invece è stata travisata come “follia”, “pazzia”, come se l’irlandese avesse detto “ammetto che tutto quello che ho fatto in quegli anni con la band è merda, abbiamo preso in giro la gente, la nostra è solo mondezza e noi quattro poveri mentecatti”. Questo è passato. Questa è l’Italia dell’informazione “MUSICALE”. Questa rubrica giunta quasi alla sua 500esima settimana di vita (!!!) è nata per questo. Per denunciare, prendere in giro, sottolineare, deridere le brutture del giornalismo specializzato. Da sempre un concentrato di superficialità, ignoranza vera, presunzione e mediocrità. Un mix letale specchio dello stato della cultura italiana. Tra raccomandazioni, circoli chiusi e amici degli amici. Imbarazzati un cazzo caro Castaldo.

[UP]

+ Marty Roberts (Marty & Elayne).

+ Don Wilson (The Ventures).

+ Elza Soares.

+ Meat Loaf.

Our hearts are broken to announce that the incomparable Meat Loaf passed away tonight surrounded by his wife Deborah, daughters Pearl and Amanda and close friends. His amazing career spanned 6 decades that saw him sell over 100 Million albums worldwide and star in over 65 movies, including “Fight Club”, “Focus”, “Rocky Horror Picture Show” and “Wayne’s World.” “Bat Out of Hell” remains one of the top 10 selling albums of all time. We know how much he meant to so many of you and we truly appreciate all of the love and support as we move through this time of grief in losing such an inspiring artist and beautiful man. We thank you for your understanding of our need for privacy at this time. From his heart to your souls…don’t ever stop rocking!

* I 70 anni di Paul Stanley.

* David Bowie announced as best-selling vinyl artist of the 21st Century in the UK”.

* Taylor Swift è l’ambasciatrice 2022 del Record Store Day (che compie 15 anni). “The places where we go to browse and explore and discover music new and old have always been sacred to me. Record stores are so important because they help to perpetuate and foster music-loving as a passion. They create settings for live events. They employ people who adore music thoroughly and purely”.

* Davvero delizioso il duetto tra Scott Ian (Anthrax) e il figlio (10 anni) Revel Young Ian che si cimenta alla batteria. Il brano coverizzato è il classico dei Sepultura Roots Bloody Root‘.

* My Bloody Valentine vs Spotify.

* Nell’ottavo episodio della web series “Starby” compaiono anche Jeff Tweedy e Nels Cline. “The web series is created by Minneapolis artist Matt Latterell in conjunction with guitar pedal company Chase Bliss, and following previous episodes featuring Radiohead’s Ed O’Brien, Jason Isbell and more, Wilco‘s Jeff Tweedy and Nels Cline are featured in the eighth episode”.

* Disponibile su You Tube il documentario realizzato da Daryl Hannah che racconta la “creazione” di ‘Barn’, ultimo album del suo amato Neil Young“The one hour 15 minute production details the recording of Neil Young’s latest album recorded in a 19th Century barn during a full moon”.

* Warren Ellis illumina il lunedì mattina con una notizia meravigliosa.