Up & Down #474. E che nessuno si offenda.

261

Non teme le nuvole la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Tre anni dopo Grimes and Elon Musk Have Broken Up”. Bene.

* Arena di Verona, concerto tributo a Franco Battiato, lungo 53 omaggi di altrettanti artisti. Unica nota stonata la presenza di Al Bano e Vittorio Sgarbi sonoramente fischiati e invitati ad abbandonare il palco. Ci sfuggono le ragioni dell’ostilità del pubblico ma il marrone è d’obbligo.

* I Red Hot Chili Peppers (tra le fila ritorna John Frusciante) pensano alla pensione e annunciano un tour mondiale per il 2022. Notizie che non vorresti mai leggere…

* In Italia ci piace tanto sentenziare. Nello sport, come nel cinema o nella musica. Per noi poveri terzomondisti esiste sempre “il più grande, il più forte, il più DI TUTTI I TEMPI”. Un orrore tutto tricolore che fa ridere il mondo. Non può esistere mai il più grande di sempre, è una panzana, una sonora cazzata. Roger Federer è uno dei più grandi tennisti all time, uno dei più grandi del suo tempo, così come Nadal o Djokovic. Così come Maradona è stato il più forte della sua epoca e Pelè di quella ancora prima. Nella musica è lo stesso. Invece nel paesello del RUOCK c’è ancora del giornalismo brufoloso, infantile, di grana grossa che periodicamente le spara enormi. Ad esempio su Rockol.it si celebra (giustamente) John Bonham“John Bonham, il più grande batterista rock di tutti i tempi”. No, non è così. Riformulare per cortesia. E studiare. Studiare tanto.

[UP]

+ Sarah Dash (LaBelle).

+ Peter Hood (The Atlantics).

+ George “Commander Cody” Frayne (Commander Cody and His Lost Planet Airmen).

+ Richard H. Kirk (Cabaret Voltaire).

+ Julz Sale (Delta 5).

+ Alfred “Pee Wee” Ellis (James Brown, Gotham, Van Morrison, Ginger Baker Jazz Confusion…).

+ Alan Lancaster (Status Quo, The Bombers, The Party Boys).

* I 70 anni di Ivano Fossati.

* I 70 anni di David Coverdale.

* Il primo show senza Watts. I Rolling Stones si esibiscono in un evento privato organizzato da Robert Kraft (proprietario dei New England Patriots) al Gillette Stadium di Foxboro. Mick Jagger e i suoi omaggiano il compagno scomparso.

* Arriverà nel 2023 pubblicato dalla John Murray Press il libro sui Daft Punk “After Daft” scritto dal giornalista musicale Gabriel Szatan che in un comunicato scrive: “Daft Punk sit in the pantheon of pop alongside Prince, Talking Heads, Kate Bush, Stevie Wonder, Kraftwerk, Missy Elliott, David Bowie or any visionary you’d care to name. Beyond making joyous records, there are countless compelling sub-narratives which flow in and out of their career… I’m excited to bring it all to light — as well as making the case for how, over 28 years, music really did sound better with them”.

* A dieci anni dallo split Michael Stipe, durante un intervento radiofonico al programma “All Of It”, torna sulla questione reunion dei R.E.M.: “That’s wishful thinking. We will never reunite”. Grazie Michè.

* E così anche Eddie sarà disponibile in versione Funko Pop! 

* Rob Halford nel nuovo spot della compagnia d’assicurazione Plymouth. Fa ride.

* Un documentario non si nega a nessuno, quindi anche il 65enne Stephen Pearcy dei Ratt si merita il suo momento di estrema gloria. “Nothing To Lose – A Stephen Pearcy Rockumentary” è già disponibile su ASY TV, Apple TV, Amazon.

* Della serie casupole in vendita. Gene Simmons vende la sua onesta dimora di Beverly Hills (comprata nel 1986) al prezzo di 16 milioni di dollari. Mentre Nikki Sixx ha messo il cartello vendesi sulla casa californiana di Westlake Village. Prezzo poco più di 5 milioni di verdoni.

* Una strada intitolata a Alice Cooper in quel di Detroit. “Alice Cooper Court street sign on the grounds of the former Eloise Psychiatric Hospital in Westland”.

* C’è anche Nick Cave (che interpreta HG Wells) nel trailer del nuovo film “The Electrical Life of Louis Wain” di William Sharpe con protagonista Benedict Cumberbatch. Uscita prevista 22 ottobre.

* Inaugurazione a Detroit del ristorante di Eminem “Mom’s Spaghetti”. “Mom’s Spaghetti is slated to open its doors on Wednesday, Sept. 29, in downtown Detroit and plans to serve spaghetti, meatballs, spaghetti with meatballs, or no meatballs, and the s’ghetti sandwich”.

* Complimenti a David Byrne perchè il suo ‘American Utopia’ ha vinto il Tony Awards alla 74esima edizione del premio che si è tenuta al Winter Garden Theatre di New York.

* Post nostalgico di Johnny Marr che ritorna all’Electric Ballroom. La foto di oggi e quella con gli Smiths di 38 anni fa. “Back in the same spot 38 years later, Camden Electric Ballroom. 21st May 1983”.

* Coda chilometrica pazzesca a Soho (Londra) per l’apertura del negozio della Third Man Records. Un gioiello, pura follia. Il genio del musicista/designer Jack White finisce in copertina e sulle pagine del Times. Poi dal balcone dell’edificio si è esibito in uno show a sorpresa.