Up & Down #438. E che nessuno si offenda.

339

Non teme l’arancione la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Brian May a 73 anni decide di lanciare sul mercato un nuovo profumo – “Save Me” e dichiara che la fragranza sa di “sandalwood and badger”. I Queen racchiusi anche in una bottiglietta proprio no.

* I Foo Fighters invece per celebrare i 25 anni di attività collaborano con Vans per un personalissimo modello di Sk8-Hi sneaker. Occasione sprecata.

* New Radicals to Reunite for Joe Biden’s Inaugural Parade. They’ll play their signature hit ‘You Get What You Give'”. Minchia che tristezza.

[UP]

+ Mark Keds (Senseless Things/Deadcuts).

+ Mick Carless (Hard Meat).

+ Edward G. Fletcher (aka Duke Bootee).

+ Phil Spector.

Ronnie Spector: “It’s a sad day for music and a sad day for me. When I was working with Phil Spector, watching him create in the recording studio, I knew I was working with the very best. He was in complete control, directing everyone. So much to love about those days. Meeting him and falling in love was like a fairytale. The magical music we were able to make together, was inspired by our love. I loved him madly, and gave my heart and soul to him. As I said many times while he was alive, he was a brilliant producer, but a lousy husband. Unfortunately Phil was not able to live and function outside of the recording studio. Darkness set in, many lives were damaged. I still smile whenever I hear the music we made together, and always will. The music will be forever”.

+ Sylvain Sylvain (The New York Dolls).

David Johansen: “My best friend for so many years, I can still remember the first time I saw him bop into the rehearsal space/bicycle shop with his carpetbag and guitar straight from the plane after having been deported from Amsterdam, I instantly loved him. I’m gonna miss you old pal. I’ll keep the home fires burning. au revoir Syl mon vieux copain”.

+ Tim Bogert (Vanilla Fudge/Cactus/Beck, Bogert & Appice/Pappo…).

Carmine Appice: “Tim was a one of a kind bass player. He inspired many, many bass players worldwide. He was as masterful at shredding as he was holding down a groove, and Tim introduced a new level of virtuosity into rock bass playing. No one played like Tim. He created bass solos that drove audiences to a frenzy every time he played one. And he played a different solo every night. He was the last of the legendary 60’s bass players”.

* Nell’ormai celebre appuntamento video di “What’s In My Bag”, girato nel paradiso di Amoeba Music di San Francisco, questa volta protagonista è Alexis Marshall dei Daughters.

* Complimenti e standing ovation a Nicolas Jaar, da qualche tempo residente a Torino, che ha donato una gran parte della sua collezione di vinili ai tanti “supporter” di Isola. “Dopo aver selezionato una lista di dischi in vinile dalla sua ricca collezione privata, li ha donati a Isola, punto di riferimento della scena elettronica e musicale a San Salvario, bar di via Goito decisamente fuori dagli schemi e snodo e punto di incontro per molti artisti e promoter culturali. Per anni la sede del festival Club To Club è stata proprio davanti a questo locale. Il regalo di Jaar non era però in senso stretto per Isola ma per il pubblico, che tramite i social e il passaparola si è presentato oggi a San Salvario per prendere gratuitamente i dischi regalati. Nel giro di una giornata è sparito tutto, segno che l’iniziativa ha funzionato, riaccendendo una luce nel buio dell’offerta musicale in città”.

* Ryan Adams FBI Investigation Closed”. Ci sembra una gran bella notizia.

* Per il giorno di San Valentino ottima idea ha avuto la Tapehead City che ha realizzato una speciale versione “rossa” di Bleach (il supporto è ovviamente la cara vecchia cassetta). Per la “Love Buzz Red Edition” tiratura limitata nell’ordine delle 500 copie. “In homage of Kurt and this historic album we bring you Nirvana ‘Bleach’ Love Buzz red edition for Valentine’s Day (FEB 14 2021). Limited to 500 copies, exclusively available at Tapehead City!”.

* Marianne Faithfull (74 anni) guarita dal Covid lo scorso aprile, rivela in un’intervista al The Guardian: I may not be able to sing ever again. Maybe that’s over. I would be incredibly upset if that was the case, but, on the other hand, I am 74. I don’t feel cursed and I don’t feel invincible. I just feel fucking human”.

* Complimenti e auguri a Dr. Dre che è tornato a casa dopo esser stato dimesso dall’ospedale dove era stato ricoverato per un aneurisma al cervello. Via social ringrazia: “Thanks to my family, friends and fans for their interest and well wishes. I’m doing great and getting excellent care from my medical team. I will be out of the hospital and back home soon. Shout out to all the great medical professionals at Cedars. One Love!!”.

https://twitter.com/FINALLEVEL/status/1350194737014329344?s=20

* Tanti tanti auguri e complimenti a Teresa Cherubini, figlia 22enne di Lorenzo (Jovanotti), che attraverso Instagram racconta la storia a lieto fine della sua malattia, sconfitta e vinta con tanta forza. “Per gli ultimi sette mesi ho tenuto un segreto, faccio fatica a raccontare una storia prima di conoscerne la fine. Il 3 luglio 2020 mi è stato diagnosticato un linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico. Tutto è iniziato ad agosto del 2019 con uno prurito alle gambe. Non ci ho dato peso pensando che sarebbe andato via con il tempo, ma non è stato così. I mesi passavano e non faceva che peggiorare. A giugno 2020 si era sparso per tutto il corpo, non riuscivo a dormire più di un paio d’ore a notte, avevo la pelle piagata. Quando mi si é ingrossato un linfonodo sono il braccio ho capito che era qualcosa di più serio e questo ha portato finalmente ad una diagnosi e ad un piano di cure.In questi ultimi mesi ho fatto 6 cicli di chemioterapia seguita dai meravigliosi dottori ed infermieri dell’Istituto Europeo di Oncologia a Milano. La chemio non mi ha fatto cadere i capelli del tutto , ma il 9 dicembre dopo l’ultimo trattamento ho deciso di rasarmi come segno di un nuovo inizio. Dopo mesi di ansie e paure la storia é finita, e posso raccontarla, perché da ieri, 12 gennaio 2021 sono ufficialmente guarita…”.

* Rage Against the Machine have collaborated with artist collective the Ummah Chroma for a new short film about whiteness”.

* Nel giorno del compleanno (26 gennaio) di Eddie Van Halen verrà scoperto il murales gigante che l’artista Robert Vargas sta ultimando al Guitar Center di Hollywood dove venne girato parte del video di ‘Panama’. “We’re really excited about doing that on that day and really giving it to the world. This will be the premiere Eddie Van Halen mural in the States, really, but especially here in Hollywood where they made their bones”.

* La copertina spetta per anzianità a Willie Nelson (87 anni) che lo scorso 14 gennaio si è allegramente vaccinato con la prima dose di Moderna. Dal suo ranch di Spicewood (Texas) si è recato in auto alla clinica Cedar Park e il gioco è stato semplice. La moglie Annie racconta: “We drove up… and we just gave them our arm, they gave us the shot, you get a card. And you get a next appointment. Then you register with the CDC. They need to ask you questions, and we’re all in on helping, so that’s what we did. We want the most information people can get. He was bragging yesterday after he got it that he didn’t even have a sore arm. Now, today, of course his arm is sore. We’re both just a little tired. I don’t know if we wouldn’t be tired anyway, but we’re gonna do what they said and let the vaccine do its job”.