Up & Down #419. E che nessuno si offenda.

312

Non teme i temporali la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* La senilità. Il 74enne Van Morrison parla della musica live e della pandemia. “Come forward, stand up, fight the pseudo-science and speak up”. Ce mancava lui, ce mancava.

* Una vera storia da Daily Mail. Mark Mothersbaugh dei Devo e il Covid-19, le dichiarazioni della moglie e la storia del vicino molesto che si scopre essere la star di TikTok Bryce Hall (???). “The lead singer of former top 20s hit band Devo, Mark Mothersbaugh, lives two doors down from the TikTok stars and has called the police on their COVID rule-breaking parties. His wife, Anita, told DailyMail.com her 70-year-old husband caught the virus in June and came close to death in the ICU. She said she was furious at Hall and his influencer crew for disturbing her husband’s recovery…”. Per la starletta Hall e i suoi compari ora c’è il rischio dell’arresto e di una pena pari a un anno di reclusione… fosse la volta buona.

[UP]

+ Riley Gale (Power Trip).

+ Tom Relleen (Tomaga/The Oscillation).

+ Mick Hart.

+ Mike Noga (The Drones).

* Per celebrare i 20 anni di ‘White Pony’ i Deftones regalano ai propri seguaci una nuova IPA griffata Belching Beaver. “White Pony is loaded with intense pineapple aroma, lemon peel, and grapefruit notes. There is an upfront flavor of pineapple but finishes with a soft grapefruit note with a mild bitterness and medium mouthfeel. It has a beautiful amount of layered hop flavors and aromas”.

* Yoko Ono dice no: resta in carcere Mark David Chapman, il killer di John Lennon. Il minimo.

* Ai nocivi MTV VMAs 2020 l’unica performance che ci ha convinto è quella di Miley Cyrus. Come sempre del resto.

* Il 19 settembre a Bagheria nella cornice splendida di villa Valguarnera. Finalmente sposi Thom Yorke e la bellissima 36enne attrice siciliana Dajana Roncione dopo quattro anni di “fidanzamento”. Un amore nato dopo la tragica scomparsa della moglie di Yorke – Rachel Owen – (i due si erano separati nel 2015, dopo una relazione durata 23 anni dalla quale sono nati i figli Noah e Agnes) avvenuta nel 2016 a causa di un male incurabile.