Yawning Man: in Italia

176

Poliedrici e non etichettabili, è dal 1986 che questi americani originari delle zone aride della California, percorrono la strada di una ricerca stilistica intrisa di folk, surf, jazz, hard rock, punk e world music. Un frullato di generi filtrato da decenni di sperimentazione che genera visioni sognanti ispirate da quel territorio desertico di cui sono stati i primi eroi. Brant Bjork nel 2002 dichiarava: “Yawning Man was the sickest desert band of all time. Oh, they’re the GREATEST band I’ve ever seen”. Julian Cope, nella sua fanzine Head Heritage recensiva nell’agosto del 2008 la compilation “Vista Point” con toni entusiastici, mentre i Kyuss nell’ultimo lavoro ‘And the circus leaves town’ coverizzavano ‘Catamaran’ rarissimo brano cantato della formazione di Palm Springs, rendendo così omaggio a quelli che sono considerati i padri fondatori del genere Desert/Stoner Rock. A partire da mercoledì 17 maggio gli Yawning Man intraprenderanno un tour europeo con date sparse in mezza italia da segnare gelosamente sul calendario, per presentare l’ultimo lavoro ‘Historical Graffiti’.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here