Wolf Parade @ sPAZIO211 [Torino, 13/Maggio/2010]

330

Mi riduco a scrivere la mattina successiva al concerto, con le orecchie ancora sofferenti a causa dei volumi elevati della sera prima. Li aspettavo da tanto i Wolf Parade, innamorato come sono del loro debutto ‘Apologize To The Queen Mary’. Ma i quattro canadesi (solo cose buone lassù!) sono in Italia per presentare il loro nuovo lavoro ‘Expo 86′, presente in larga parte all’interno del set. Mi rendo conto che sono di fronte a delle primizie, in quanto non ho ascoltato nulla in precedenza; nè in streming, nè tanto meno scaricate dal web. L’impressione iniziale è che sono brani più scanzonati, meno tormentati vocalmente rispetto ai dischi precedenti e a tratti un po’ troppo new wave (complici le tastiere di stampo anni ’80) ed in generale le parti strumentali e i cambi improvvisi hanno il sopravvento. Visto che manca l’ascolto su disco, mi sento di dare la sufficienza a queste canzoni nuove e spero che i ragazzi passino a farsi interrogare prima della fine dell’anno. Ad intervallare tutto ciò che è contenuto in ‘Expo 86’ ci sono brani da ‘At Mount Zoomer’ e ovviamente dal primo imprescindibile disco: bastano l’apertura con ‘You Are A Runner And I Am My Father’s Son’, la passionale ‘This Heart’s on Fire’ e ‘I’ll Believe in Anything’ per far svoltare l’intero concerto.

Andrea Sassano

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here