Visage: il ritorno

711

Nella rivampa spiralata di suoni synth wave mancava all’appello Steve Strange. L’indimenticato frontman dei mai troppo considerati Visage (di fatto un autentico supergruppo della Madonna dove sono transitati anche John McGeoch, Dave Formula e Barry Adamson), nonchè fondatore del club londinese The Blitz, griffava il 2012 con due annunci. Il primo ha riguardato il progetto elettrodance Detroit Starzz con il disco ‘Wasteland’ (inclusa la cover di David Bowie ‘Loving The Alien’), il secondo, quello più squillante, la faccenda nuovo album dei Visage a 29 anni dall’ultima release. Il quarto lavoro ‘Hearts And Knives’ esce a maggio preceduto dal singolo ‘Shameless Fashion’ (ascolta). Della formazione (riunita nel 2011) fanno parte il bassista Steve Barnacle, il chitarrista Robin Simon (Ultravox/Magazine) e la nuova cantante Lauren Duvall. Al nuovo album aveva cominciato a lavorare anche il co-fondatore Rusty Egan poi costretto a lasciare per le solite divergenze artistiche. Strange racconta: “It was a question really of all the parts falling into place. Firstly, I am at a point in my life where I have been clean for 10 years and I am happy with my life and, secondly, the positive people I now surro9und myself with —not least the members of Visage — helped to create an atmosphere where the album started to happen. It took us three years and it was no easy ride, but it’s here now and we are all really pleased with it”.

GUARDA PROMO VIDEO