Up & Down #12

621

Non teme Settembre la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* L’esordio de “Il Post” (versione italiana dell’americano Huffington) è insperatamente già cult almeno per quel che riguarda la cultura (musica). Vengono infatti celebrati i vent’anni di ‘Creep’ con un lancio davvero degno di nota: Il 21 settembre 1992 pubblicarono il loro primo singolo e una delle più grandi canzoni rock di tutti i tempi, ma allora non lo capì quasi nessuno”. Molto bene.

* Oltre ai Ricchi e Poveri il 2012 registra anche il ritorno clamoroso di Viola Valentino con l’EP ‘Panna, fragole e cipolle’. Casalinga disperata.

* Dopo Bryan Adams speriamo che il Canada si scusi anche per Daniel Powter. Un signor nessuno ovunque naturlamente tranne che per l’Italia. Di ritorno con un nuovo album al settimanale Vanity Fair dichiara: “Ero un ragazzetto viziato, ora conosco il dolore”. Probabilmente lo stesso che si prova all’ascolto di una delle sue languide spremute di coglioni.

* Facendo un giro (ogni tanto) in ambiti prettamente hard-heavy vien da sorridere nel registrare come molte vecchie cariatidi e/o vecchie glorie e/o vecchie mummie, e/o vecchie seghe, continuino imperterrite a fare musica (!) seppur alcune glorificate da un luminoso passato. In questo 2012 forse non tutti sanno che sono usciti i nuovi album di: Magnum, Marillion, Richie Sambora, Lynyrd Skynyrd, ZZ Top, Glass Tiger, Ugly Kid Joe, Richard Marx, Trixter, Heart, Drivin ‘n’ Cryin, Saga, Asia, Dokken, Great White, Grave Digger, Tygers Of Pan Tang, Doro… e la lista potrebbe continuare all’infinito. Un brivido dentro.

* Sanremo 2013 puzza già di naftalina. Odore acre che emana l’unto dal Signore Fabio Fazio e tutta la sua ganga fedele che lo seguirà sul palco dell’Ariston. Presentato il regolamento che annulla le eliminazioni dalla gara. A quando un regolamento sovrano che annulli lui e la sua faccia da ratatouille?

* Iggy And The Stooges gratis a Firenze in una cornice storica resa paesana da un’organizzazione really really all’italiana. Artisti immensi a parte, tutto stonato a partire dal presentatore Ringo. Speriamo che presto possa presentare le dimissioni dal mondo intelligente.

* Con tutto il rispetto per la musica leggera italiana il nostro vincitore 2012 rimane solo lui. Matteo Branciamore con il suo nuovo singolo. Epocale (guarda). Nel frattempo io faccio le valigie. Addio.

UP

* Esce “Waging Heavy Peace” autobiografia di Neil Young. Nell’imperdibile volume spicca il ricordo che il seminale artista canadese ha per Kurt Cobain ven’tanni dopo la sua tragica morte: “When he died and left that note, it struck a deep chord inside of me. It fucked with me”.

* Ricorrenza doverosa. Esattamente dieci anni fa. Dino Risi: “Moretti è uno che si piace talmente tanto da occupare sempre lo schermo con un suo primo piano. Viene da dirgli: Moretti, levati che devo vedere il film”. Grazie maestro, non ti dimenticheremo mai.