Up & Down #81

450

Non teme le salite al colle la rubrica più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Il tema del film “Piedone Lo Sbirro” è indiscutibilmente la fonte d’ispirazione del nuovo singolo (laido) degli U2 ‘Invisible’. Identici.

* “Ac/Dc to Record New Album and Tour in 2014″. Sudarsi la pensione.

* Gli ospiti nazionali e internazionali di Sanremo (Rufus Wainwright escluso) ma soprattutto i duetti che si preannunciano già devastanti. Anticipato dagli spot/siparietto da avanspettacolo scollacciato di quart’ordine, con protagonisti il pretino Fabio Fazio (il puro da 2 milioni di euro l’anno) e l’ormai incartapecorita su se stessa Luciana Littizzetto, il Festival di Sanremo si preannuncia impossibile da perdere.

* Un caso senza speranza. Si rimane ancora una volta a bocca aperta nell’ascoltare l’ennesimo orrore discografico di Max Pezzali. Che sarebbe anche da rispettare per il suo passato new wave giovanile (la cultura nel genere non gli manca, anzi) ma che frana rovinosamente proprio contro l’essere volutamente sempre Dr. Jekyll e praticamente mai Mr. Hyde. Il nuovo singolo ‘I Cowboy non mollano‘ è la fiera elementare dei luoghi comuni e delle banalità, musicalmente così ridicolo che un brano qualsiasi dello Zecchino D’oro a confronto è opera avanguardista, minimalista, nichilista. A Max… ma vattenaffanculo va.

* Puntata domenicale di Deejay Chiama Italia. Sul finire di trasmissione Linus parla dell’anniversario dei 50 anni della prima TV dei Beatles in USA. Vengono mandati degli spezzoni delle esibizioni celebrative al David Letterman Show. Al momento di commentare Wayne Coyne (Flaming Lips) e Sean Lennon scatta l’ironia becera. La band diventa “Flamingo Lips” (il 50enne speaker maratoneta dice che è roba da fighetti), Coyne è paragonato ad un misto tra Renato Zero e Beppe Grillo, e via giù di risatine e battutine da quarta elementare condivise assieme al miracolato Nicola Savino. Subito dopo viene lanciato con enfasi un brano dei Negrita rimodellato da un “cantante” napoletano. Bene così.

UP

* Lindstrøm, Todd Rundgren e Emil Nikolaisen dei Serena-Maneesh (nella foto) decidono di unirsi per dar vita ai Runddans (ma sembra che lasceranno i loro “cognomi”). L’attesa diviene curiosa.

* Freak Antoni. Per non dimenticare.

* Viene annunciata la nuova fighissima band che sarà protagonista al Late Night con Seth Myers, costituita dal comico Fred Armisen e da due Les Savy Fav, band per cui Armisen suonò in alcuni brani di ‘Let’s stay friends’ del 2007.

* Josh Homme da Houston: “Fuck everything. Fuck the man. Fuck Imagine Dragons and fuck the Grammys” (guarda). Gracias.

* In vendita le giacche dei Beatles periodo ‘Help!’. Belle belle.

* Morrissey annuncia le date di un nuovo tour americano e in un paio di queste saranno ospiti in apertura Tom Jones e Sir Cliff Richards. La memoria storica che va sempre rispettata.

* Tra le lacrime dopo 22 anni Jay Leno lascia il Tonight Show (guarda). Applausi.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here