Up & Down #73

481

Non teme il mercimonio natalizio la rubrica più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* “Dave Matthews has teamed with Jakob Dylan and others for a new project called The Nauts. L’America regressiva.

* I migliori 3 brani del 2013 per Pitchfork: Drake (‘Hold On’), Kanye West (‘New Slaves’), Vampire Weekend (‘Hannah Hunt’). Che bello l’INDY che fa tendenza.

* Dev Hynes (Blood Orange) dentro un vero incubo. La casa a fuoco e lui costretto a raccogliere fondi.

* Sanremo 2014 ha ufficializzato i “partecipanti”. Figli pseudo-elitari del Fazio-pensiero. E subito si è scatenato il toto-festival con un solo nome da tifare (Perturbazione) in virtù della coerenza e della qualità riconosciuta. Quindi guai a sollevare dubbi e/o altre preferenze. Il popolo intelligente ha scelto i propri paladini. Democrazia è bello.

* Ian Watkins dei Lostprophets condannato a 35 anni di carcere per violenza sessuale su minore. Pochi.

UP

* Mentre in Italia fervono contemporaneamente i preparativi natalizi e quelli per Sanremo, in Inghilterra la Regina e il Principe Carlo, premiano con la più alta onoreficenza dell’impero britannico PJ Harvey ed Adele. Voci provenienti dai grandi corridoi di Buckingam Palace vogliono i reali già sintonizzati in parabolica con Rai 1. Perchè Sanremo è Sanremo.

* Stephin Merrit incontra il padre biologico. Il cantautore folk Scott Fagan che per ripagarlo della bella sorpresa (!) gli dedica un albm tributo (senza fondi propri ma con quelli degli appassionati). Libro Cuore.

* La Merge Records rivela i numeri che all’epoca si aspettavano dalle vendite di ‘In the Aeroplane Over the Sea’ dei redivivi Neutral Milk Hotel: 5500 copie per il CD e 1600 per il vinile. Mai conti furono più sballati visto che ad oggi il disco ha raggiunto quota 300mila copie vendute. Culto ma neanche poi troppo.

* Qualche mese fa a Brooklyn è stato intitolato un parco a Adam Yauch. Oggi è partita un’altra petizione per far intitolare ai Beastie Boys la strada (l’angolo praticamente) dove si trova la Paul’s Boutique raffigurata nella copertina del celebre album.

* La nuova campagna pubblicitaria della Tissot utilizza ‘Odessa’ di Caribou. Bene.

* Johnny Marr vs Spotify. Anche l’ex-Smiths segue il “pensiero” dei colleghi Thom Yorke e Beck. “I think it entirely hampers new bands. I can’t think of anything more opposite to punk rock than Spotify. I have no answer to the economic side of the music industry, but I do think we certainly shouldn’t stop valuing what bands do. I don’t like great things being throwaway”. Quotato.

* Il sentito tributo di Trent Reznor a David Bowie dalle pagine dell’Hollywood Reporter. Amore.

* Nuovo record per Beyonce. “Beyonce has a new record to her name. She is the first female artist to have five number one albums with her first five albums”. 5 su 5 e passa la paura (di Jay-Z).

* “Ian McLagan says no to Faces reunion with Rod Stewart. Evviva e Buon Natale.

* Auguri natalizi “direttamente” da Morrissey (guarda).

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here