UP & DOWN #6

490

Non teme la canicola la nuova rubrica di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento e buon agosto.

DOWN

* Che nel 2012 ci sia ancora qualcuno capace di apostrofare il prossimo (vicepremier russo Vs Madonna) come “figlia del demonio” è francamente incredibile (meno che lo stesso sia capace di darle della sacrosanta puttana), ma lo spettacolino per niente blasfemo, kitsch e sbrindellato messo in piedi dalle Pussy Riot che ha tenuto col fiato sospeso mezzo mondo e mezza estate – non discutiamo sul “contenuto” del “testo” della “canzone”(!) – non è da due anni di reclusione ma da ergastolo.

* Il nuovo disco di Beck non è un disco ma uno spartito. Ognuno penserà bene di scegliersi il proprio brano da suonare con lo strumento che gli pare… l’ukulele, il trombone, la chitarra, il triangolo, l’ocarina, etc. Quel che sosteniamo da anni trova la sua definitiva conferma: le risorse artistiche del signorino Hansen sono esaurite da tempo. Quella che per molti(ssimi) passerà come una trovata geniale (l’ennesima) per altri (speriamo) passerà come una bella furbata a colmare l’incolmabile. Deragliato.

* Il giornalismo superficiale in lingua inglese non ammette ostacoli. Lasciando perdere le incredibili gaffe perpetrate dai “giornalisti” Rai durante le olimpiadi (una su tutte quella della coppia Mattioli-Benvenuti che per mezz’ora hanno chiamato il pugile Joshua con un delittuoso Joshùa!) fanno ancora scalpore quelle sui quotidiani che riguardano per la milionesima volta i nomi di Freddie Mercury (per molti è FREDDY), di Patti Smith (per moltissimi è PATTY), dei Rolling Stones (per alcuni sono i Rolling STONE) e così via. L’elenco è lungo e l’ignoranza pure.

* Andrea Lucchetta durante la cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici: “Sentite che carica ‘We Will Rock You’, il celebre pezzo dei Pink Floyd!”. No comment.

* In un’intervista al Corriere della Sera Morgan esce allo scoperto. Si dice schifato della TV (ma un altro anno a X Factor non glielo toglie nessuno) che lo ha trattato come un povero gattino preso per la collottola, e dal delirio delle sue risposte scopriamo con rammarico di aver dimenticato per anni un autentico compositore, insomma avevamo un nuovo Mozart dentro casa e non lo sapevamo! Del resto anche lui però… dai quartetti d’archi ai Depeche Mode! E che cazzo. “Sono uno che ama il bello e cerca di fare l’equilibrista”. Ma vaffanculo va.

UP

* I Sigur Ros universalmente sdoganati approdano anche sulla Settimana Enigmistica. Nel celebre Schema Libero di Bartezzaghi (11 agosto) compaiono al 9 Verticale: “I Sigur noto gruppo rock”. Bene così.

* Il testamento di Adam Yauch aperto il 7 agosto parla chiaro: “In nessun modo la mia immagine, il mio nome, la mia musica potrà essere usata per pubblicizzare prodotti”. Così dopo la causa alla British Airways (1984) e quella recente all’energy drink Monster, non ci saranno più note dei Beastie Boys “sprecate”. Eterno rispetto.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here