Up & Down #57

473

Non teme le Hogan e il fantasmino bianco la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Con l’arrivo di Madonna nella capitale Studio Aperto ci ha “mangiato” una settimana almeno. La cantante americana è passata a Roma per un sopralluogo ai lavori della sua palestra Hard Candy che aprirà a ridosso del Colosseo. Interesse rasente allo zero. Per il TG (!), l’artista (!!) e il mondo del fitness (!!!).

* Adriano Celentano al mare si rompe un dito del piede. Evvai di gossip e rotocalchi. Noi almeno ci siamo rotti il cazzo.

* Gli Yuck continuano a fare musica.

* La “terribile” performance degli MGMT al Letterman Show (guarda). Dire ridicolo è poco.

* La grande Linda Ronstadt rivela la sua battaglia contro il morbo di Parkinson che non le permette di cantare. “I couldn’t sing and I couldn’t figure out why. I knew it was mechanical. I knew it had to do with the muscles, but I thought it might have also had something to do with the tick disease that I had. And it didn’t occur to me to go to a neurologist. I think I’ve had it for seven or eight years already, because of the symptoms that I’ve had. Then I had a shoulder operation, so I thought that’s why my hands were trembling”. Peccato vero.

* Da fine ottobre a fine novembre, tour europeo (senza Italia) per un’imperdibile accoppiata: Skid Row + Ugly Kid Joe. Quando al peggio non c’è proprio mai fine.

* Agli MTV Video Music Awards rinascono per l’occasione gli ‘NSYNC di Justin Timberlake che si esibiscono in una performance in onore di Michael Jackson. Tralasciamo i vincitori delle diverse categorie per decenza ma è bene sapere che il miglior video “rock” è stato quello dei 30 Seconds To Mars e che la canzone dell’estate è inequivocabilmente ‘Best Song Ever’ degli One Direction. Grazie.

UP

* Trent Reznor su Kanye West: “… but I will say that in terms of the role of the dangerous entertainer in 2013, nobody is beating him at that game. It feels like he might implode”. Tutto chiaro.

* I Tears For Fears sono in studio per un nuovo album (nove anni dopo il reunion record) e si prendono una “pausa” realizzando la cover di ‘Ready to Start‘ degli Arcade Fire. Grazie.

* L’artwork del nuovo singolo di Prince ‘Breakfast Can Wait’ con protagonista Dave Chappelle. Un gioiello di umorismo kitsch tutto americano.

* Gene Simmons e Paul Stanley diventano co-proprietari della NET10 Wireless Arena Football. Arriva così il team della città degli angeli: LA KISS. “We’ll find out when the team debuts in March of 2014 whether or not that means players will wear black leather and fire will shoot from the goal posts at every home-team touchdown (money on that last one, though)”. Geni del male e del business.

* Dopo 750 show e 60 dischi i Fucked Up hanno lanciato finalmente il loro sito ufficiale pieno zeppo di chicche per adoratori indefessi (apri).

* Bruce Springsteen e compagni schedulano altre date anche per il 2014 (Australia e Nuova Zelanda). Highlander.

* Visto il periodo, forse la notizia è passata inosservata ai più, ma torniamo a ricordare Allen Lanier, storico fondatore dei seminali Blue Oyster Cult (leggi).

* Gli eroi degli anni ’80 Wang Chung coverizzano ‘Third Planet’ dei Modest Mouse! Rispetto. (ascolta)

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here