Up & Down #52

415

Non teme l’acquazzone estivo la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* 50 Cent arrestato per aver picchiato la sua ex-compagna rischia 5 anni di prigione (pochi).

* Andy Murray vince Wimbledon, qualche giorno prima aveva stilato la sua personale playlist su Spotify. Un mistone di varia umanità musicale che evidentemente gli ha portato molto bene.  “I always listen to music before I go out on court, but for me, it’s important that it’s fairly relaxing. With the nerves and excitement, you don’t want to get the adrenaline flowing too much before you get out on court. It’s about focussing and conserving energy and making sure you are ready to go at the right time.”

1. Longview – Further
2. John Mellencamp – Jack & Diane
3. John Mellencamp- Small Town
4. Ed Sheeran – Drunk
5. Ed Sheeran – You Need Me
6. Eminem – You’re Never Over
7. Robin Thicke – Blurred Lines
8. Rod Stewart – Maggie May
9. AC/DC – You Shook Me All Night Long
10. Kid Rock- All Summer Long

* Concerto londinese di Robbie Williams. Un fan lancia una birra in mezzo alla folla, viene colpito un uomo che reagisce innescando una megarissa a cui partecipano anche delle ragazze. Il pubblico british si conferma alcolico e iper-molesto.

* Fiorello ospite dell’inguardabile e insostenibile programma Studio 5 condotto da Alfonso Signorini (?), racconta i suoi trascorsi, gli inizi, il successo… tutto divertente ma quando parla della “sua” musica (mossa dal puparo Cecchetto) sembra che a parlare sia Karl Bartos, piuttosto che John Cale… evidentemente non è mai tornato con i piedi per terra.

* Robby Krieger e John Densmore: “We’re going to do at least one show for Ray and have a big send-off”. Un concerto tributo per il compagno Ray Manzarek. Va benissimo. Ma in “down” ci finiscono anche i media che lanciano l’operazione come “reunion” dei Doors sopravvissuti. E basta, basta!!!

UP

* Al Jewish Museum di Londra viene inaugurata l’annunciata mostra su Amy Winehouse creata in collaborazione con il fratello dell’artista scomparsa. Un motivo in più per recarsi ancora una volta nella capitale inglese.

* Al Glastonbury volano bottiglie di urina durante l’esibizione dei Mumford & Sons. Questa è civiltà.

* Dopo insistenti voci di annullamento (fondi, pochi biglietti venduti…) il festival di Benicassim stringe i denti e conferma il pieno svolgimento.

* I Rolling Stones ad Hyde Park 44 anni dopo.

* Il palco del Pistoia Blues Festival. Ad avercene.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here