Up & Down #41

6311

Non teme il nuovo che avanza la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Ciò che resta dei New Order è ancora costantemente in giro per il mondo. Nella tappa USA compaiono al Jimmy Kimmel Live. Un autentico “C’eravamo tanto amati…” perchè con tutto l’affetto del mondo, con tutta la discografia casalinga in bella mostra, oggi Sumner e compagni sono purtroppo imbarazzanti. Vuoi vedere che sotto sotto Peter Hook non aveva tutti i torti…?

* L’avevamo detto che gli Stone Roses nel primo weekend del Coachella erano apparsi assai deludenti e poco trascinanti. A conferma dello stato della band mancuniana nel secondo fine settimana californiano sono stati sostituiti dai Blur. Logica conseguenza.

* In una Piazza del Popolo gremitissima, viene celebrato, omaggiato e ricordato Franco Califano. Presentano Fabrizio Frizzi e Giancarlo Magalli. Tra gli ospiti: Syria (?), Anna Tatangelo, Luisa Corna, Amedeo Minghi, Mariella Nava, Paolo Bonolis, Gianluca Grignani, Antonio Maggio, Raf… e il sindaco Alemanno. Ma veramente Franco Califano valeva questo? Era questo? Incredibile.

* A dare l’annuncio nodale, fondamentale, che risolleva le sorti del paese è stata Selvaggia Lucarelli (e chi cazzo è???) attraverso twitter: Minetti, baci al cinema con Guè Pequeno mentre vedevano all’Odeon ‘Attacco Al Potere’, auguri e figli rapper”. Minchia, che concentrazione di neuroni! Lucarelli + Minetti + Pequeno + Attacco al Potere. Da qui rinasce l’universo.

UP

* Arrivare a difendere Fabri Fibra. Viene estromesso dal “concertone” perchè “sessista, omofobo e misogino”. La triste verità di una parte d’Italia fuori dal mondo e della realtà, ancorata ad infradito e piedi sporchi, pantaloni da tappezziere e capelli sfibrati, ad un distorto e del tutto perduto senso di libertà e di democrazia. A casa!

* I bostoniani Dropkick Murphys mettono in vendita la maglietta “For Boston” per raccogliere fondi da destinare alle famiglie delle vittime dell’attentato. In 15 ore il risultato ottenuto è di 65mila dollari! Standing ovation. [acquista]

* Willie Nelson compie 80 anni. Lo show celebrativo si terrà ad Austin a fine mese e la vecchia leggenda americana lo dedicherà alle vittime dell’attentato di Boston.

* Il Record Store Day planetario va in archivio. Seppur in Italia le uscite “originali” griffate si siano trovate con il lanternino, a prezzi non proprio “popolari”, rimane pur sempre un’occasione di aggregazione musicale davvero unica e gustosa. Ce ne vorrebbero senz’altro molti di più durante l’anno.