Up & Down #402. E che nessuno si offenda.

235

Non teme la gente come Renzi la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Daft Punk e Dario Argento. Al momento è NO.

* Le foto sono bellissime. Magari ad averle. Ma l’icona Pamela Des Barres che le vende via Instagram a 20 dollari infonde parecchia tristezza. Viale del tramonto.

* Record Store Day Postponed Again, Will Now Happen on Three Different Dates”. ECHISSENESTRAFREGA!

* Noel Gallagher regala ai fan un brano versione demo degli Oasis (‘Don’t Stop…’), praticamente una ciofeca catturata durante un soundcheck a Hong Kong. Questa volta il fratello Liam fa bene a twittare senza pietà. Tra i numerosi post: “Well, there’s something missing in this God-almighty stew, and it’s your brother. Oi tofu boy, if you’re gonna release old demos, make sure I’m singing on it and Bonehead’s playing guitar on it. … If not, it’s not worth a wank”.

* Ad Aarhus in Danimarca ecco l’esempio di concerto Drive-In. 500 biglietti andati sold out per assistere dalla propria automobile all’esibizione di Mads Langer. Ma per favore!

* Il prologo al “concertone” del 1 maggio è stato caratterizzato da articoli copia-incolla pieni zeppi di banalità e orrori ortografici. Da Quotidiano.net l’esempio degli esempi.

* E poi su Rai 3 ecco in prima serata l’appuntamento musicale del concerto del 1 maggio spalmato in varie location, con esibizioni registrate e non, con collegamenti in diretta e non, con artisti più o meno discutibili. L’atmosfera complessiva è stata intima, silenziosa, rispettosa, bella (e per questo siamo nel colore dell’UP, nel colore rosso) ma il tutto finisce ugualmente pittato di marrone. Perchè la retorica spiccia ha ammorbato dal primo all’ultimo minuto, le frasi fatte, un Ambra fuori giri e fuori luogo così come molti dei protagonisti assolutamente da censurare artisticamente. In questa versione forzata il 1 maggio romano è stato per certi versi anche godibile. Senza i “Ciao Roma”, i proclami a frasi fatte dei musicisti, le bandiere, i bonghi, il Salento, il caos, la confusione. Ma non basta. Ancora no.

[UP]

+ McKenzie Bell (He Is Legend/Bloodjinn).

+ Stezo.

View this post on Instagram

This is gonna happen a lot. Before Hammer’s pants, there was #Stezo…before we all abused that #SkullSnaps #ItsANewDay break…there was Stezo. Before #AtomicDog fed an ENTIRE GENRE….there was Stezo. While your favorite rapper was asking so & so & such & such to do some beats for em….Stezo was doing it all himself. I mean for gods sake this man made #SteveMartin cool to a hip hop generation too young to get King Tut/The Jerk/& a wild & crazy guy references—-he turned Steve Martin into the coolest verb EVER in 1988 (google #EPMD’s #YouGotsToChill video to see dances that defined a generation—-we talk about MCs/producers/videos/movies/icons from 87-92 but rarely give light to the iconic dances that came from that era—Stezo was always my fav dancer from this era (yes I know the Kid N Play dance was iconic too) but when you don’t have a partner to kick it with? Then yknow…lol——this dude is displaying ALL the moves that others will build empires on. Damn this damn virus man. Damn. Thank you @stezodezo

A post shared by Questlove Froman, (@questlove) on

+ Tony Allen.

View this post on Instagram

ciao maestro #tonyallen genio del ritmo! ci ha lasciato #tonyallen uno dei musicisti più importanti di sempre. Esiste il ritmo prima e dopo la sua invenzione condivisa con king @felakutiofficial: l’AFROBEAT. Abbiamo suonato insieme, lui è stato fantastico con me, generoso di racconti pazzeschi sugli anni della gloria e su quelli in cui nessuno lo voleva più, poi la rinascita, diventare un mito per generazioni che continuano a scoprire il suo sound e ad attingere a quella fonte sempre freschissima di musica. Era magico. Il groove di Tony è il ponte tra l’africa animista e ancestrale e il funk, nessuno può restare fermo se lui suona la batteria. Un tocco delicatissimo eppure una potenza che sembra un agente atmosferico, un plotone di guerrieri in festa. Un gigante della musica che pesava una manciata di kili, leggero, quasi invisibile fuori dalla sua postazione di re dell’afrobeat, poi si metteva alle bacchette ed era enorme. Ciao Tony e grazie! ti ascolteremo sempre! (grazie @musicalista_produzioni per averci presentato e creato la possibilità di suonare insieme) (ph @maikid )

A post shared by lorenzojova (@lorenzojova) on

* Gli 80 anni di Giorgio Moroder.

* Robert Fripp e la moglie Toyah Wilcox continuano con i loro magnifici siparietti da quarantena. Che bello, che seppur ad una veneranda età e con l’aura di artista di iper culto al quale si inginocchiano ancora migliaia di fan progmaniaci con la muffa e la ruggine dietro le orecchie, Fripp abbia giustamente ancora tanta voglia di “giocare”, nella sua casa (quindi per cazzi suoi) per giunta con l’amore della sua vita. Applausi.

* Che bello vedere FKA Twigs che in quarantena svolge COME TE alcuni degli esercizi di ginnastica posturale.

View this post on Instagram

here’s the exercises from yesterday’s live, see the whole session on IGTV <3 my personal pre-show warm up to make me feel connected to my body. perform all the exercises on both sides to feel balanced. 1 cat/cow progression: repeat with knees off the ground 2 disco roll progression: repeat with knees off the ground 3 side-lying glute series ~ i. clam with pulses at end range ii. dog with pulses at end range iii. developé in turnout w/ circles & pulses iv. leg wave w/ internal/external rotations v. internal leg lifts. 4 pelvic lifts (with optional glute band) i. glute bridges ii. single-leg glute bridges (both sides) iii. lying glute stretch (left & right side) 5 intuitive stretch listen to the messages from your body and give it the stretches it asks for. notice the different sensations and how your body feels.

A post shared by FKA twigs (@fkatwigs) on

* Decisamente toccante Thom Yorke all’interno dello show di Jimmy Fallon nell’ormai celebre edizione “casalinga”.

* Applausi per Eminem che raccoglie fondi mettendo in vendita un paio delle sue preziose scarpe.

* Anna CalviincontraPJ Harvey.

* Standing ovation a Rod Stewart che per raccogliere fondi mette in vendita alcuni suoi oggetti molto personali.

https://www.instagram.com/p/B_utOaaD3IE/?utm_source=ig_web_copy_link

* La copertina è tutta per Billie Joe Armstrong che sceglie ‘Amico’ di Don Backy per proseguire la serie di cover in quarantena. “Welcome to No fun hump day. This song was originally by Don Backy. It’s called “Amico” with a power pop twist. Enjoy. Ps.. Please excuse my Italian“. MITTICO.