Up & Down #398. E che nessuno si offenda.

293

Non teme i sottosviluppati la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Repubblica.it e uno dei soliti errori italici che riguarda la confusione del nome. “Coronavirus, Jamiroquai in quarantena reinterpreta così David Bowie”. Non è Jamiroquai ma ovviamente è Jay Kay.

[UP]

+ Wallace Roney.

+ Ellis Marsalis.

+ Adam Schlesinger.

+ Cristina Monet-Palaci.

+ Bucky Pizzarelli.

+ Luis Eduardo Aute.

+ Bill Withers.

+ Kenny Hill (The Hated).

* I 65 anni di Angus Young.

* Anche lo show di Jimmy Kimmel si adegua. Così live “from the lavatory” ecco l’esibizione di Jeff Tweedy con i figli.

* Bobby Gillespie è invece versione mascherina.

* Tracey Thorn: “People suggesting Ben and I might write some songs together during lockdown, but I worry about subject matter. Earlier we had a half hour conversation about whether or not to have a baked potato”. Non fa una piega.

* I consigli per la quarantena di Zooey Deschanel.

* Buone notizie finalmente da casa Brody Dalle. L’artista americana sembra ormai guarita e dunque “negativa” al Coronavirus.

* Tema mascherine. Saluti dai Boris.

* E dai coniugi Jennifer e Dave Gahan.

https://www.instagram.com/p/B-lRpwyBXNK/?utm_source=ig_web_copy_link

* Mentre in casa Fu Manchu ecco come vengono magicamente riutilizzate le magliette della band!

* La copertina è dedicata a Tony Visconti che di mascherine griffate Bowie evidentemente se ne intende!

E non ci resta poi che pregare per Marianne Faithfull, John Prine...