Up & Down #380. E che nessuno si offenda.

209

Non teme l’umidità la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Per omaggiare Tina Turner e i suoi 80 anni ecco che al TG5 in prima serata la nostra beniamina Susanna Galeazzi, tra un servizio su Vasco Rossi e uno su Vasco Rossi, tra uno su Freddie Mercury e uno sui Queen, parla per quella manciata di minuti solo di “regina del rock’n’roll”, chiudendo alla grandissima con “quelle che sono le più belle gambe del rock”.

* Chi ha copiato chi? Visto che su IlTempo.it ecco il trafiletto a celebrare il compleanno: “Tina Turner, le gambe più belle del rock compiono 80 anni”. Avanti tutta.

* Vanityfair.it incensa il ritorno italiano dei Foo Fighters. Quattro righe in croce e le solite scontate banalità/inesattezze: “Fin dal loro esordio nel 1995, i Foo Fighters, ovvero Dave Grohl, Taylor Hawkins, Nate Mendel, Chris Shiflett, Pat Smear e Rami Jaffee, sono riusciti a scrivere un capitolo della storia del rock conquistando le arene e gli stadi di tutto il mondo”. Magari la formazione “fin dal loro esordio” era un po’ diversa.

* Rihanna compare sugli spalti dello Juventus Stadium, spettatrice di Juve-Atletico Madrid. per ovvi, tanti, motivi è certamente colorata di marrone.

[UP]

+ Doug Lubahn (The Doors studio bassist).

+ Stuart Fraser (Noiseworks/John Farnham).

* Henry Rollins pubblica un magnifico libro che è a dir poco imperdibile: “Stay Fanatic!!! Vol. 1” fuori per la sua 2.13.61. “… finds Henry discussing his rarest and most favorite records. It also includes a large archive of pictures of rare records, posters, and promotional items”. Rollins è già al lavoro sul volume due.

* Tra le centinaia di condivisioni social a testimoniare la celebrazione del “giorno del ringraziamento” abbiamo scelto nel mucchio quelle che ci sembravano più curiose e originali. Ecco allora i fratelli Robinson (The Black Crowes) in versione “pischello” e Orville Peck in versione casalingo/ridicola. Grazie.

* Sempre in fermento il mondo degli spot pubblicitari che utilizzano brani più o meno celebri, più o meno banali, più o meno brutti. In questo periodo, strano ma vero, riascoltiamo con piacere Etta James, i T-Rex e Jimi Hendrix ma soprattutto la seminale Betty Davis di ‘The Say I’m Different’ (Toyota) e caldo caldo anche ‘I Can’t Hear You’ dei Dead Weather grazie ad Armani. To be continued…

* Gli Slayer hanno salutato con l’ultimo concerto al Forum di Los Angeles. Tom Araya: “Thank you. Thank you very much. I want to thank you for sharing your time with us. Time is precious, so I want to thank you for sharing that time with us. I’m gonna miss you guys. But the most important thing is I want to thank you for being a part of my life. Goodnight. You guys be safe“. Sul palco sono saliti anche Primus, Ministry, Philip Anselmo & The Illegals mentre tra il pubblico erano presenti Kirk Hammett, Post Malone, King Diamond (foto), Jason Momoa, Joe Manganiello, Bill Burr e tanti altri.

* “This is the University of Padua. Happy Thanksgiving! Happy William Blake’s birthday! The Doctor is in”, Patti Smith si celebra così via social dopo aver ricevuto dall’Università di Padova la laurea honoris causa in Lingue e Letterature europee e americane.

Ryuichi Sakamoto a Reggio Emilia fa tappa anche all’Antica Salumeria Pancaldi. “Sakamoto tra i prosciutti” è il titolo del mese (vedi Gazzetta di Reggio).

* Altra curiosità dal mondo del calcio inglese. La collaborazione tra gli Iron Maiden e il West Ham che ha prodotto un kit da gioco assolutamente… metal. Steve Harris, da sempre accanito supporter, è il testimonial di questa nuova joint venture.