Up & Down #373. E che nessuno si offenda.

293

Non teme le scale a pioli la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Courtney Love Reunites Hole For Rehearsals”. Notizie che non vorresti mai leggere mentre inzuppi una crostata di albicocca fatta in casa in un ettolitro di cappuccino.

* Robert Smith Says The Cure Are Working On Three Albums”. Notizie che non vorresti mai leggere mentre continui la tua folle azione mulinando nella tazza dello stesso cappuccino.

* Piero Pelù, il mio rock abbraccia le parole di Greta”. Ti prego. Ti prego. Ho appena mangiato.

* Ozzy Osbourne posticipa per l’ennesima volta il suo tour: “Message Regarding Tour Dates: Europe Postponed North America still in place”. Non so più come dirtelo… basta zi.

* Su Il Messaggero splendido il refuso in cui cade vittima il chitarrista brasiliano Nelson Veras che diventa Nelson Veras Nylon. Perchè? Perchè sul sito ufficiale è testualmente riportato: “Nelson Veras – nylon stringed acoustic guitar”. Neanche copiare Dio santissimo dell’ignoranza più nera e becera.

* Fabrizio Zampa nostro invece sulla versione web, ovverosia IlMessaggero.it, nella rubrica degli eventi romani ci delizia con il suo marchio di fabbrica ormai depositato e brevettato. A proposito degli IQ: “… sono un gruppo tosto […] hanno una bella tecnica…”. Insomma uno spasso. Provare per credere.

* Siamo al Premio Tenco 2019. “La famiglia si dissocia”. Era ora aggiungiamo noi. “L’accostamento del Premio Tenco, anche attraverso il titolo di questa edizione a altri festival musicali che nella maggior parte dei casi hanno interessi commerciali rappresenta uno snaturamento inconcepibile, in contrasto con le ragioni per le quali fu istituito. La partecipazione di artisti ospiti che ‘non conoscono il mondo dei cantautori’, specialmente qualora venissero incaricati di interpretare la sigla di apertura della rassegna, appare come una forma di pubblicità per costoro e fa perdere la storica funzione di riconoscimento culturale per coloro che invece creano canzoni di spessore”.

* La pochezza del giornalismo musicale, del panorama musicale, dell’audience media musicale… insomma la tristezza di tutto ciò che è musicale in Italia, riassunta dalla cronaca di una puntata di “X Factor“. Arianna Ascione sul Corriere.it fornisce un’ottima prova: “La sua giudice Malika lo ha nominato fin dai primi minuti della seconda puntata dei Bootcamp di «X Factor», dedicata agli Under Uomini e agli Over (questi ultimi guidati da Mara Maionchi): parliamo di lui, Lorenzo Rinaldi da Terni aka «il giovane Jim Morrison». A Jimbo non somiglia granché a dire la verità (gli piacerebbe) ma con la sua voce – a Samuel ricordava James Taylor – ha fatto venire i «brividini» a Sfera. È stato tra i primi a sedersi sulle cinque famigerate sedie e lì è rimasto, fino alla fine”. Poesia pura.

[UP]

+ Larry Willis (Blood, Sweat and Tears).

+ Malcolm Duncan (Average White Band).

* Tanti auguri a Eddie Van Halen che scopriamo ora essersi curato un tumore alla gola in Germania negli ultimi anni: “Eddie has flown to Germany for 5 years to get radiation treatment, and for the most part it’s worked to keep the disease in check…”. Auguri che vanno rivolti anche a Simon Gallup dei Cure che per la seconda volta quest’anno è stato costretto ad abbandonare il tour (sostituito dal figlio Eden). “ANOTHER SERIOUS PERSONAL SITUATION AFFECTING OUR BASSIST SIMON AROSE YESTERDAY, AND AS A CONSEQUENCE HE HAD TO RETURN TO THE UK — WE WOULD LIKE TO THANK EDEN GALLUP FOR FILLING IN ON BASS AGAIN AT SUCH SHORT NOTICE, AND EVERYONE AT THE SECOND WEEKEND OF THE AUSTIN CITY LIMITS FESTIVAL FOR THEIR UNDERSTANDING AND SUPPORT — WE HOPE YOU ALL ENJOYED THE SHOW TONIGHT AS MUCH AS WE DID… LOVE AS EVER — THE CURE X”.

* “We are delighted to announce that Diana Ross will play the Sunday legends slot on the Pyramid Stage at Glastonbury 2020″. La bellezza degli eventi veri.

* Copertina che ritorna dalle parti di casa Gordon. Infatti Kim e la figlia Coco sono tra le testimonial del brand UGG. La mamma titola: “Coco is totally inspiring to me and I love seeing her out in the world and her unique essence”.