Up & Down #357. E che nessuno si offenda.

313

Non teme l’UNICO la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Ligabue ammette: ‘Il mio tour non sta vendendo come pensavamo’”. Dio volesse che…

* Gli articoli “format” acquistati chissà dove da Panorama.it sono ormai una garanzia di grande divertimento, come ad esempio il titolo identico riferito a Brian Wilson e Paul McCartney. E VISSERO DUE VOLTE felici e contenti!

* Rollingstone.it ci delizia: “Gli Hollywood Vampires sono i vip-apostoli del rock.

* Un DOWN senza ironia. Siamo quasi nel 2020 e nel nostro paesello terzomondista (ormai quasi in tutti i sensi) che si fregia di voler essere “liberato” e soprattutto libero, c’è una stampa “specializzata” (in cosa?) che ancora non si convince di essere arretrata, ignorante, superficiale, MEDIOCRE. Ennesimo esempio-scempio ce lo regala IlMessaggero.it che titola facendo il solito banalissimo, ridicolo, trito e ritrito errore. Rolling STONE.

[UP]

+ Philippe “Zdar” Cerboneschi (Cassius/La Funk Mob/Motorbass).

+ Georgie Seville (D Generation/nightlife promoter in NYC).

+ Kelly Jay Fordham (Crowbar).

+ Dave Bartholomew.

* I 75 anni di Ray Davies.

* “The David Gilmour Guitar Collection totaled US$21,490,750, with all the proceeds benefiting . Thank you to all the fans today for an incredible 8-hour auction with bidders from 66 countries around the world”.

* Noel Gallagher labels Liam fat man in an anorak.

* Si rinnova la collaborazione tra i Cold Cave e la Blackbird. Dopo l’incenso ecco il profumo “Death”. Fragranza disponibile qui.

* Tutta la gioia incredula del nostro Nick Matteucci che si ritrova la stessa maglietta dei Cramps di Jack White, fotografato nella recente incarnazione The Raconteurs.

* Reduce dall’album ‘Lux Prima’ realizzato con Danger Mouse, Karen O (all’anagrafe Karen Lee Orzolek) frontwoman degli Yeah Yeah Yeahs, posta via social due scatti che raccontano la sua presenza a Roma per il concerto del maestro Ennio Morricone.

 

* “Versace iconography is embraced through a nod to 1990s culture, paying homage to The Prodigy, the British band accredited to the rave movement”. La nuova collezione uomo di Versace, presentata a Milano durante la Fashion Week, rende omaggio al compianto Keith Flint.

* “We’ve teamed up with the Godfather of Punk to bring you a special coffee in a bag designed by the man himself. Inside you’ll find single origin Indonesia Bies Penantan, produced by the female-led Ketiara Cooperative. A portion of proceeds goes to supporting the girlsrockcampalliance, who empower youth through music”. Iggy Pop e il caffè personalizzato in collaborazione con la Stumptown Coffee. Operazione benefica da applausi e rosso diretto.

* Interessante la collaborazione tra i demolenti Sunn O))) e la Earthquaker Devices che dà vita al “Life Pedal“. “This is a limited, hand numbered, tube amp crushing octave fuzz and distortion with boost. The first artist focus pedal ever made by EarthQuaker Devices. Life Pedal empowers the operator to immerse themselves in the same full spectrum overdriven sonic palette as used on the Life Metal album. Chasms are cleared, mountains sheared, glaciers calved, novæ birthed. Transcend to complete saturation enlightenment”.

* Su Rai 2 è andato in onda lo speciale curato e presentato da Morgan “Ziggy, Morgan racconta David Bowie”. Quasi due ore dedicate alla stella di Bowie (pronunciato “boui” come Cristo comanderebbe sempre) dagli interni della terrazza del Palazzo Pirelli, tra immagini del “Serious Moonlight Tour” (maggio-dicembre 1983) e brani eseguiti dal vivo da Morgan, in una bellissima atmosfera e scenografia. Si può dire tutto e il contrario di tutto sul personaggio Castoldi ma sull’argomento, su David Bowie, in Italia è almeno l’unico che con cognizione di causa ci mette sempre la faccia. A differenza di un “popolo” che è stato capace nel tempo solo di pronunciare “BAUI”, comprarsi la maglietta trendy e copia-incollare due fulmini come ricordo nel giorno della tragica scomparsa. Bravo Morgan. Complimenti.

* Copertina dedicata alla stupefacente collezione di “smile” di Norman Cook (Fatboy Slim) che dal 21 giugno al 21 luglio sarà in mostra alla galleria Underdogs di Lisbona. “I became aware of the smiley in 1977 on the cover of the first 12’’ single, Psycho Killer by the Talking Heads. Once on my radar, I loved how such a simple image appeared in so many unexpected places in popular culture, both historically and thematically. As I grew up through punk rock into club culture, it endured in my experience and imagination. Born in the sixties and growing up in the seventies, it has followed me around all my life so it was no surprise to later learn that the smiley was born in 1963, the exact year I came into the world”.