Up & Down #337. E che nessuno si offenda.

382

Non teme i bifolchi la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Brian Johnson confirms AC/DC album on the way and he is on it”. Notizie che non vorresti mai leggere mentre spalmi marmellata senza pectina su fragranti fette biscottate senza olio di cocco, palma, colza, girasole.

* Deep Purple to Record New Album in 2019“. Vedi sopra.

* Ormai ospite fisso Paolo Giordano che su IlGiornale.it dispensa sempre prelibatezze. Intervista a Omar Pedrini (!). Titolo: “Sono un angelo ribelle che si racconta come in un disco rock. Contiamo insieme. “Difficile dire che Omar Pedrini non sia rock. La musica. Gli eccessi. Il dolore. Dopo esser stato il leader dei Timoria, ossia di una delle band decisive del rock italiano, è andato avanti da solista senza far compromessi diventando un punto di riferimento della scena rock italiana […]  il rock italiano era creativo ma non popolare come si può credere oggi”. 5 righe 5 RUOCK. Bravo.

* La morte di James Ingram apre un nuovo capitolo della serie “brancolare nel buio”. Per IlMessaggero.it “Addio a James Ingram star Rock and Blues, per Repubblica.it “È morto James Ingram, star del R&B anni Ottanta e Novanta”. Due versioni per inquadrarlo in un genere che vengono riprese equamente dal resto dei media italiani. Bene così.

* Su Corriere.it Alessio Lana con una decina di giorni di ritardo ci introduce il pupazzo-pipistrello messo in vendita nello store ufficiale di Ozzy Osbourne. Un articolo in cui si ripercorre la storia del celebre morso avvenuto in Iowa 37 anni fa. Alla fine: “Ad ogni modo, il cantante arriverà presto da noi. Il primo marzo sbarcherà all’Unipol Arena di Bologna per l’unica tappa italiana del suo tour di addio. ad aprire l’evento saranno invece i Judas Priest”. Peccato che Ozzy abbia annullato il tour, notizia ufficializzata proprio il 29 gennaio, giorno della pubblicazione dell’articolo (per la cronaca non ancora corretto).

* La corsa eccitata al biopic è iniziata da tempo ormai. Tra bidoni, storie fasulle, storie e zone d’ombra, film riusciti e meno risolti, ecco che non viene risparmiato neanche David Bowie. “Stardust” sarà diretto da Gabriel Range e “will focus on Bowie’s first trip to America in 1971, and the inspiration for the creation of his Ziggy Stardust alter ego”. Ad interpretare Bowie l’insipido attore (!)/cantante (!!) Johnny Flynn. Via Twitter Duncan Jones scrive: “I think this journalist needs to do some investigative reporting. Pretty certain nobody has been granted music rights for ANY biopic… I would know”. Bravo.

* L’unica cosa bella del Super Bowl 2019 è stata la performance di Gladys Knight che ha interpretato l’inno nazionale. Poi purtroppo hanno vinto i Patriots e in mezzo, nel classico halftime, le oscene esibizioni dei Maroon 5, Travis Scott e Big Boi (una comparsata impellicciata). Brutti.

[UP]

+ James Ingram.

+ Brian Whaley (Blue Cheer).

+ Alex Brown (Gorilla Biscuits).

* Per gli amanti dei Beatles, delle curiosità e delle reliquie musicali ecco “Two Beatles’ Pre-Breakup Letters on Sale for $550,000”.

* Red Ronnie, si proprio lui, non accetta la santificazione riservata in questi mesi ai Queen e a Freddie Mercury. Siamo totalmente in UP con lui. E poi alcuni dei fatti “storici” raccontati sono ampiamente noti.

* In copertina un Neil Young versione “Yeti” direttamente dal Minnesota. Fantastico! “From the polar vortex in Minnesota and four wonderful nights for me and the archives crowd! Those are the people who search through the years on the NYA timeline to find and hear gems they may have never found any other way! Ranging from 1963 to present day, the archive is my complete music history in the highest res possible, limited only by the original master quality. I am now found at neilyoungarchives.com @neilyoungarchives this will be among my last posts on this account. I communicate directly with archives members through the NYA Times Contrarian newspaper- letters to the editor. That’s where I will be. NYA will track all the action and update you. Come on over and join us. This site is where you hear everything I have ever released . . . . . as well as the new music . . . . . before it’s released anywhere else”.