Up & Down #316. E che nessuno si offenda.

388

Non teme più nulla la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Ozzy Osbourne annuncia le ultime date (!) compresa una in Italia a Bologna. Partono i luoghi comuni. VirginRadio.it è maestra: Il Principe delle Tenebre Ozzy Osbourne torna in italia…”. Poi sua maestà Repubblica.it sezione Bologna: “L’ultima volta alla corte del Principe delle Tenebre […] se volete ascoltare ancora una volta la voce del Principe delle Tenebre dal vivo […] ancora accompagnato da altri pesi massimi dell’hard rock come i Judas Priest”. IlMessaggero.it copia-incolla: Il principe delle tenebre“, dopo il concerto tenutosi al Firenze Rocks, passerà, di nuovo, per l’Italia”. SkyTG24.it rincara la dose: “Sarà davvero l’ultima occasione per ammirare dal vivo il Principe delle Tenebre?”.

* SkySport.it lancia una delle notizie più entusiasmanti di sempre (ripresa poi dalle altre testate “specializzate”): Osvaldo rock: l’ex Roma ora fa il cantante a tempo pieno. “La gente pensa che io sia pazzo”. SportMediaset.it infatti: Osvaldo, nuova vita rock…”. Che bello.

* Ma il calcio abbrutito e ignorante fa capolino anche su VirginRadio.it con una bella rivelazione che spiega tante cose: “NAZIONALE DI MANCINI: IL C.T FA ALLENARE LA SQUADRA CON UNA PLAYLIST DECISAMENTE ROCK. DAGLI AC/DC AI QUEEN FINO AGLI STONES E VAN HALEN”. E dentro: “… E da qui capiamo che il Mancio ha un’attitudine piuttosto rock. Certo, ci sono cadute nel pop più spinto o addirittura nella dance. Ma spiccano, nella playlist di Mancini quattro canzoni dei Queen (We Will Rock You, One Vision, I Want It All, Another One Bites the Dust), Run for Cover dei Killers, un classicone come Smoke on the Water dei Deep Purple, Jump dei Van Halen, gli AC/DC con Highway to Hell, i Coldplay e infine i Rolling Stones con It’s Only Rock and Roll but I Like it. Il rock, insomma, piace a Jagger e Richards e piace anche a Roberto Mancini. Minchia… lettore medio?

* Su RollingStone.it titolo senza senso a presentare il docufilm “Illuminate”. “Caterina Guzzanti: Rita Levi Montalcini era rock prima del rock”. Ma perchè???

* Complimenti vivissimi a Il Fatto Quotidiano che scambia Graham Nash per David Crosby. L’italietta quotidiana è servita.

[UP]

* Mac Miller.

* Luisa Mann.

* Un paio di date cancellate per i Foo Fighters perchè Dave Grohl “suffered a loss of voice and is now on vocal rest”. Lui ci ha scherzato sopra commentando: “That’s the last time I ever make out with Bono”. Ecco stavolta ci sei piaciuto.

*  I 75 anni di Roger Waters.

* Alla 75esima Mostra del Cinema a Venezia ha fatto il suo arrivo anche Thom Yorke per presentare la colonna sonora del remake di “Suspiria” opera di Luca Guadagnino. Tralasciando i discutibili outfit Yorke ha dichiarato riguardo al lavoro: “When I worked at the soundtrack in my studio it seemed to me to be performing spells”. Ci crediamo.

* Nello Swiss Museum and Center for Electronic Music Instruments c’è la più grande collezione di synth del mondo. La struttura ha lanciato una campagna di raccolta fondi su Kickstarter per realizzare uno studio aperto al pubblico: la “Playroom“. Si avrà così la possibilità di accedere agli oltre 1000 synth e 5000 strumenti presenti. “In fact, many local and international musicians like Yello, Sophie Hunger, Hinako Omori, Timber Timbre, Legowelt, Alienata, Franz Treichler from the Young Gods and more have already visited our collection. They have all agreed with our approach: the collection has to be usable. That’s why we need The Playroom”.

* Prima di chiamarsi Black Flag erano i Panic!. Quegli anni primordiali vengono ora raccontati dal libro di Ryan Richardson intitolato proprio “PANIC!” che viene pubblicato il 17 settembre. “The book stretches from the band’s formation through their failed deal with Bomp! records to the release of the release of the Nervous Breakdown EP. The book is hardcover and includes previously unpublished photographs”.

* Arriva anche il tributo ufficiale da parte della MTA. Aretha Franklin viene infatti celebrata ufficialmente a New York nelle fermate della metro di Franklin St a Manhattan e alla Franklin Avenue a Brooklyn. Un bel pannello con scritto “RESPECT”. “We wanted to memorialize the outpouring of love from the community for Aretha Franklin. In consultation with local leaders, we agreed that ‘respect’ was a beautiful tribute and worthy message”.

* Siamo su Twitter. Domanda a Mark Lanegan con foto di una serata tributo a Fabrizio De Andrè in quel di Castelbuono: “Just hope @marklanegan was at least invited – ever greatful for the referral to this amazing Italian artist”. Risposta: “I was not but no matter. I have all his records to keep me company. One of the greatest artists of all time”.

* Ha preso il via la New York Fashion Week e a rimorchio una serie infinita di party, eventi, after-show, sfilate e tutto il corollario. Se per i 50 anni del mito Ralph Lauren a Central Park si sono visti anche Kanye West e Chance The Rapper, Lauryn Hill e Lil Kim erano da Woolrich. Japanese Breakfast esibizione al party Forty Five Ten/Tenoversix dove in mezzo alla gente è stato visto anche Dev Hynes. All’evento di Jeremy Scott c’erano Cardi B e il maritino Offset (quello dei Migos) che sfilava. Infine una bellissima Lykke Li a intrattenere gli invitati al party di Cartier nel flagship store della 5th Ave.

* Una copertina quasi d’obbligo. Kevin Bacon (60) e Kyra Sedgwick (53) celebrano così i 30 anni di matrimonio. Intonando amorevolmente ‘To Love Somebody‘ dei Bee Gees. “30 years! I can’t believe it. @kyrasedgwick is the woman of my dreams and the music in my life. #tolovesomebody #beegees.