Up & Down #315. E che nessuno si offenda.

311

Non teme il kitsch la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Freddie For a Day: il 5 settembre si festeggia Mercury negli Hard Rock Cafe di Roma, Venezia e Firenze”. Notizie che non vorresti mai leggere mentre scendi le scale direzione riapertura del tuo bar del cuore.

* Otto anni dopo la collaborazione con la Nixon per una serie di orologi “personalizzati” i cui proventi andarono al Musicians Assistance Program, i Metallica rinnovano la joint venture per una nuova linea di orologi chiamata Nixon x Metallica hardcore collection. “The watches feature images representing the band’s classic albums like Kill ‘Em All, Ride the Lightning, Master of Puppets, …And Justice for All, and “The Black Album”, as well as their most recent disc, Hardwired… To Self Destruct”. Prezzi che oscillano dai 150 ai 750 dollari. Magnificamente brutti. Grazie anche no. E poi aggiungiamoci anche il lancio del loro whiskey Blackened e la frittata è fatta. “After the whiskeys have been combined in the black brandy casks for finishing, they’re jolted back to life by the unmistakable, earth-shattering music of Metallica…”.

* Su LaNazione.it viene presentato il festival di Acquaviva e fioccano luoghi comuni e paroloni. “Dagli Stati Uniti arrivano, invece, due formazioni cardine nella storia del rock americano: A Place to Bury Strangers con il sound abrasivo fatto di chitarre distorte e voci profonde che li contraddistingue da oltre una decade (mercoledì 5 settembre) e Pere Ubu, inscritti in “Post punk” di Simon Reynolds nell’olimpo delle band più rivoluzionarie della scena alternativa mondiale…”. Benissimo.

* Su Liberi Tutti (Corriere della Sera) Laura Pausini svela: “A volte ho pensato di lasciare l’Italia”. Ecco la domanda sorge spontanea…

* Bono cancella la seconda data degli U2 a Berlino per problemi alla voce (completamente persa). Fan in ansia e congetture varie (!). Poi dalla sua penna il comunicato che rassicura: “I’ve seen a great doctor and with his care I’ll be back to full voice for the rest of the tour. So happy and relieved that anything serious has been ruled out. My relief is tempered by the knowledge that the Berlin audience were so inconvenienced. There was an amazing atmosphere in the house, it was going to be one of those unforgettable nights but not for this reason”. Ma sempre in DOWN finisci.

* Un DOWN con l’enfasi alla Studio Aperto. Ha fatto il giro del web ed è subito diventato virale l’articolo di giornale che ritrae (in una foto degli anni ’70) Renzo Arbore, Gianni Boncompagni, Raffaella Carrà e Aretha Franklin che viene chiamata “un’amica di colore”. L’utente che ha postato questo prezioso ritaglio-testimonianza chiosa: “Questo era il livello di arretratezza culturale che favorivano i media”. Purtroppo era ed è rimasto tale.

[UP]

Carlos Denogean (Weedeater).

* Claudio Canali (Biglietto per l’inferno).

* Marco Mangelli (Roberto Vecchioni).

* Randy Weston.

* Conway Savage.

* Il già annunciato photo book dei Led Zeppelin, a celebrare i 50 anni di storia, viene ora svelato con un teaser. “Led Zeppelin by Led Zeppelin” (400 pagine) sarà fuori a ottobre ed è stato curato dai tre membri storici.

* Seconda vittoria nella Indy Lights per il pilota Ryan Norman con la macchina della scuderia Andretti Autosport totalmente sponsorizzata dai Journey. La band via Twitter fa i complimenti a Norman: “Congratulations to @flyinryannorman on winning Indy Lights 2018!”.

* Karin Dreijer aka Fever Ray cancella i restanti live del 2018 per ragioni di “salute” che spiega così: “Many of you know already that I’ve been struggling with general anxiety and panic attacks for a long time. For seven years I did not enter the stage, for five years I did not enter an airplane. It is a disorder that always lurks in the shadows that I have had to work carefully with and around, and that I never really know when it will strike or how much it will affect me. I am very thankful for the past seven months, that I have been able to tour and to meet you wonderful and amazing people. The last month though has been rough and my anxiety has started to escalate. I will now have to take a break from touring to take care of myself and restore my health. We are canceling the forthcoming shows this autumn. It is a difficult decision because I love my band and my crew, and I am so grateful for the love we have received from all of you while when doing this show. Hope to see you soon”. Auguri.

* Stevie Van Zandt via Twitter ricorda Neil Simon e una terribile malattia troppo spesso “snobbata”: “Neil Simon! How much joy did he bring the world? Fucking Alzheimer’s. My father, Frank Barsalona, so many others. Nothing worse than seeing beautiful people slowly disintegrate before your eyes”.

* Tanti auguri a Michelle Branch e Patrick Carney che il 28 agosto sono diventati mamma e papà del piccolo Rhys. Proprio la Branch (già madre di Owen, 13 anni, avuto dal precedente matrimonio) ha annunciato il lieto evento via social: “Patrick and I are over the moon in love with our son Rhys James Carney”.

* Meriterebbe una copertina la partecipazione di Elton John nella nuova campagna dello Snickers. Eccolo qui impegnato in una “rap battle“!

* “Detroit Mayor Mike Duggan announced that Detroit’s Chene Park will be renamed as Aretha Franklin Park“.

* “A David Bowie cocktail bar is opening in the West End of London next month. Named ‘Ziggy’s’, in honour of the star’s much-loved persona Ziggy Stardust, it launches on September 20 at the Hotel Café Royal”. Che bellezza.

* Michael Stipe si è cancellato da Instagram. Una notizia vista la mole di post pubblicati dall’artista americano. Durante un’intervista a BBC Newsnight ha spiegato: “It’s definitely changing the way we approach each other and the way we approach problems. Politics have been shaped by it, certainly in my country. We have a commander-in-chief who, rather than doing face-to-face interviews like this, would rather just tweet, which I find repellent and diminishing. I’ve had enough of it. I think that we deserve better. I feel like there might be a more generous platform to come along if enough people followed in my footsteps… I don’t like being tracked and followed. The term ‘debate’ doesn’t even exist anymore in America. It’s just a bunch of people shouting and trying to rack up viewers”. Rispetto.

* Congratulazioni e figli maschi a Neil Young e Daryl Hannah novelli sposi. I due sono infatti convolati a nozze in gran segreto durante il weekend della settimana scorsa. Altro che Ferragnez!