Up & Down #297. E che nessuno si offenda.

332

Non teme i bulli la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* ABBA Will Reunite and Release New Music”. Notizie che non vorresti mai leggere mentre ti attacchi a uno degli ultimi nasoni capitolini e sorseggi forte.

* Il “concertone” del 1 maggio a Roma mantiene fede ogni anno alla sua “fama”. Di evento assai sbiadito e per certi versi tristissimo. Tra i protagonisti quest’anno anche Gianna Nannini che fa viaggiare le agenzie italiane con dichiarazioni così: “a Roma sarà un festival del rock. E l’Ansa ad esempio si adegua subito: “Sono molto contenta di esserci, aggiunge la rocker…”. Su Repubblica.it aggiungono elementi importanti: “io piuttosto che Concertone lo definisco festival rock […] Io dico rock ma intendo musica popolare: ognuno ha il suo rock e noi abbiamo questa realtà”.

* VanityFair.it si accoda e si perde nel melenso: “Il trucco per essere una sposa rock”. Fondamentale.

* Prato è Spettacolo annuncia il cartellone. Tra i nomi anche quello degli Einstürzende Neubauten che su Gonews.it vengono così “spiegati”: “Gli Einstürzende Neubauten sono una delle poche band tedesche che trasmettono a livello internazionale, un impulso genuino attraverso il loro mix di tendenza.

* “Il grande rock sbarca ad Avellino. A giugno il concerto di una delle più importanti band Usa degli anni ’80, i Dream Syndacate. Su Ottopagine.it è grande scempio di nomi. Dopo il titolo, l’articolo: “Chi ha più di quarant’anni e ha vissuto condendo le sue giornate con i suoni di Talking Heads, Television, Thin White Rope, Green on Red, alternandoli ad ascolti ripetuti di U2 e Rem (dei quali i nostri aprivano i concerti), non può non conoscere e amare i Dream Syndacate“. Di condito ci sarà stato giusto un piatto di pasta.

* Su LaStampa.it le idee sono ovviamente chiare. I miracolati Editors l’oggetto misterioso. “Il pop-rock degli Editors”, “… il rock elettronico degli Editors”, “… si ispirano al recente passato rock…”. Non fa una piega.

[UP]

* Laura Lee Perkins.

* Paul Gray (Wa Wa Nee).

* 10 anni da sobrio. Un traguardo che Eminem il 21 aprile ha festeggiato e condiviso via social: “Celebrated my 10 years yesterday”.

* Parliament/Funkadelic frontman/producer George Clinton is set to retire from touring in May 2019″. Standing ovation.

* Roy Young.

* Anche Bob Dylan griffa il suo personale brand di whiskey: “Heaven’s Door“. “Seven-year-old bourbon, a “double-barreled” American whiskey and a rye finished in French Vosges oak barrels”. Salute.

* Charles Neville (Neville Brothers). Il toccante ricordo del fratello Aaron:

My dear brother Charlie the horn man, just want you to know that if I would’ve had the choice of picking my brothers, I would definitely choose you. You were a great brother. You’ll always be in my heart and soul, like a tattoo. You helped to mold me into who I am today and I’ll always be thankful. I’ll always see your special infectious smile on the stage next to me, it would always give me a smile. I’m happy that we had a long hang together, the ups and downs. It took who we were and where we came from to make us who we are. And you are a great brother Charlie the horn man. I know you have a spot in the heavenly band next to James Booker, James Black, Herbert Hardesty, Fats Domino, Johnny Adams all the jazz bebop players who you turned me on to. Dizzy, Charlie Parker, Miles and the list goes on. Momee, Poppee, Jolly Cookie, they are all waiting on you. Some of my greatest memories are of growing up with you and family. Back in the Calliope projects, whenever I had a loose tooth, I remember you playing Tarzan and knocking it out for me. Or you would tie the string to my tooth and slam the door. Or when Mommee would leave you to watch us, you would play cowboys with us and we’d let you tie us and gag us and leave us in the closet til Momee came home, so you could read your novel. She’d say Charles where are the children? You would say, “oh they’re upstairs in the closet, we were having fun being tied up as cattle rustlers or something.” Lol, so all and all you will be missed deeply by everyone that you came in contact with. The way you brought us around the world with notes from your horn, sometimes. I would forget what I was doing while listening to you blow, like on “Caravan”, that brought us to India or Arabia, or like “Besame Mucho”. Or your solo on “Fever” or anything that came out of your horn. So dear horn man you take your well deserved rest with God in Heaven and play with the heavenly band. I know that you’re whole again. Jesus will wrap you in His loving arms and take away all the hurt of the world. We all love you very much. But I know that Jesus loved you best. Love and respect always my brother, your big lil brother Aaron.

* Elegante e sempre bella Katy Perry anche quando incontra Papa Francesco in Vaticano (assieme ad Orlando Bloom) all’interno della quarta edizione della conferenza internazionale Unite To Cure. Tra medici e scienziati era presente anche Peter Gabriel.

* Piccola chicca all’interno del recente road movie “Kodachrome” (disponibile su Netflix). Ricordando i tempi “andati” due dei protagonisti (Jason Sudeikis e Elizabeth Olsen) si ritrovano ad ascoltare ‘Melt Away’ dei Galaxie 500.

* Da urlo la collaborazione tra i Neu! Carhartt WIP. Ecco allora in vendita già dal 26 aprile: T-shirts, calzini, Tote bag e la tuta da lavoro bianca come quella che amava indossare Klaus Dinger. Alla ciliegina sulla torta ci pensa la Grönland Records che stampa 1000 copie del singolo “SUPER/NEUSCHNEE” che sarà disponibile solo in alcuni store Carharrt e ovviamente on line.

* Copertina dedicata a John Mellencamp che, come noto, oltre ad essere un magnifico cantautore è anche un quotatissimo pittore. Il 25 aprile alla ACA Galleries di Manhattan il 66enne artista dell’Indiana ha inaugurato la mostra “Life, Death, Love and Freedomche rimarrà aperta fino al 2 giugno. Il 15 dello stesso mese Mellencamp verrà inserito nella prestigiosa Songwriters Hall of Fame introdotto da Nora Guthrie, figlia del leggendario Woody.