Up & Down #293. E che nessuno si offenda.

294

Non teme i mentecatti la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Il lunedì e le notizie che non vorresti mai leggere al primo sole di Primavera. Apri Tgcom24.mediaset.it e ti ritrovi uno dei trittici peggiori della storia dell’umanità: Evanescence, Nickelback e 30 Seconds To Mars. Quasi impossibile fare peggio.

* Ci risiamo. Indifendibile Jesse Hughes che all’indomani della manifestazione contro l’uso delle armi, critica via social i partecipanti. Frasi forti (“All of you protesting and taking days off from school insult the memory of those who were killed”) anche corredate da una disgustosa vignetta (“chopping off his own dick to stop rape”)… insomma deliri belli e buoni poi prontamente rimossi dopo la valanga di critiche e merda che giustamente gli è piovuta addosso. Compresa quella dell’amico Mark Lanegan. Quasi una settimana dopo eccolo postare su Instagram un video di “scuse”. Basta!!!

* 48 ore dopo essere stata “scoperta” la statua di David Bowie a Aylesbury nel Buckinghamshire (dove Ziggy Stardust debuttò a metà 1972) è stata vandalizzata con alcune scritte: “Feed the homeless first” e “RIP DB”. Peccato che il genio di cotanto gesto forse non sa che non è stato utilizzato neanche un centesimo di denaro pubblico per la realizzazione. Tutto il mondo è purtroppo paese(llo).

* Che tristezza. Grazie Gazzetta.it

* Meravigliosa Repubblica.it nella sezione dedicata agli appuntamenti live di Milano: “Il 30 marzo alle 21.30 al Magnolia arrivano i Suuns. Un mix di pop, punk e rock sperimentale…”. Tipo i Blink Suuns 182. Ma non è finita perchè c’è grunge dappertutto. Nada Surf: “Toni intimisti e sonorità post grunge ispirate al lavoro di Nirvana e Pavement…”. E ancora BSBE: “Un combo a metà strada tra il blues-rock-punk dei Jon Spencer Blues Explosion e il grunge di Seattle…”. Poi, “…arriva Erlend Oye. La voce dei King of Convenience…”. Cose così.

[UP]

* Josè Antonio Abreu.

* Jerry Williams (The Violents).

Caleb Scofield (Cave In).

* I 70 anni di Steven Tyler.

* Mike Harrison (Spooky Tooth).

* Segni di civiltà musicale nostra sconosciuta. Jack White il 28 marzo si è esibito a Londra all’esterno di un pub. Lo storico George Inn. Free entry naturalmente.

* Un’altra partnership tra musica e Vans. Questa volta a personalizzare Slip-On, UltraRange, Old Skool, Authentic, Sk8-Hi e Era sono gli A Tribe Called Quest con le copertine dei loro album più celebri. Prezzo da 37 a 85 dollari.

  • Brendon Whitney (Alias).
  • “Forget the Painted Eggs: This Is How Miley Cyrus Does Easter”. La Pasqua secondo Miley Cyrus in posa per Vijat Mohindra sulle pagine di Vogue. Bellissima. Copertina a mani basse.