Up & Down #257

355

Non teme la siccità la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* L’incredibile allarme “droga” a Terni per il concerto dei Dinosaur Jr. Cosa avrà mai pensato J. Mascis?

* L’incredibile messa di preghiere contro il concerto di Marilyn Manson a Villafranca. Che spinto da tanta fede diventa sold out. E giù risate per un’Italia (stra)cotta e bigotta.

* Corriere.it ha ormai quasi surclassato l’epidemia “rock” di Repubblica. Per il compleanno di Santana ecco la ciliegina: “Carlos Santana, i 70 anni del mistico del rock.

* Ancora. Nella sezione romana Sandra Cesarale presenta il concerto dei RHCP. Red Hot Chili Peppers, i cattivi ragazzi del funk-rock + “Divertenti e rumorosi puntano dal vivo a uno show fisico e musicalmente violentissimo” + “Ma in un concerto della band californiana è soprattutto la potenza del suono che conta. E anche questa volta il quartetto non si trattiene” = TE PREGO SMETTILA.

* Paul Young come Morrissey (più o meno). Paperissima in Brianza a colpi di Panda!

* Axl Rose esce da un club di New York e non riesce a trovare la sua auto infilandosi per due volte in quella sbagliata! Fa molto ridere.

*  La tragica e prematura morte di Chester Bennington fortunatamente non ha avuto una coda di orrori giornalistici. Per il TG1 dell’ora di pranzo e per la Stampa.it i Linkin Park diventano giusto una band “hard rock” (poca cosa).

[UP]

* Nel giorno del 53esimo compleanno di Chris Cornell arriva la toccante lettera “aperta” di Stone Gossard.

I keep waking up in the middle of the night and remember, fresh again, that you are gone. An absence grows in my stomach and slowly turns circles like a far off galaxy on a grainy tv. The same questions follow and my heart races… searching for reasons and what ifs.. I’m so selfishly sad that I’ll never get to see you again, never play with you again, never feel the bask of your approval or be part of your life. Fuck….We all miss you so much… it was always a given in my mind we would all spend more time together when we got older, we would play more music and love and be loved like we dreamed… this was your time and you shared it with us…thank you.You were too much… Your talent w as jaw dropping… your songs, lyrics, your voice… how could you have all 3… 
And then, the not so obvious…your wicked sense of humor and your playfulness…
all of us are heartsick and we will never get over losing you. 
We hope you’re in peace and that your particles are mutating and transforming in harmony with nature. We wish your family our utmost condolences and sympathies.
 We love you Chris,
 Happy Birthday

* Kenny Shields (Streetheart).

* Wayne McGhie.

* L.C. Cook.

* Geoff Mack.

* Simon Holmes (The Hummingbirds).

* Chester Bennington. E intanto da parte dei fan parte una petizione online per rinominare il Lincoln Park di Santa Monica in Linkin Park proprio in onore dell’artista scomparso.

* Barbara Weldens.

* Erik Cartwright (Foghat).

* Peter Principle (Tuxedomoon).

* Gli auguri per i 70 non si negano a nessuno: Brian May, Carlos Santana, Don Henley.

* Dagli “archivi” ecco un’incredibile perla che riguarda un baldo quattordicenne di nome Dave Grohl. Siamo alla Thomas Jefferson High School di Alexandria (Virginia) più o meno tra il 1983 e il 1984. Chitarra e voce nei Nameless a fare cover dei Beatles.

* I 30 anni di ‘Appetite For Destruction‘ – 21 luglio 1987 – una pietra miliare ancora oggi attualissima e insuperata. Di una band all’epoca pervasa da autenico furore artistico. Autentico.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here