Up & Down #25

497

Non teme le miccette e l’ultimo dell’anno la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Il capodanno di Canale 5 con l’inguardabile D’Urso è stato registrato il 21 dicembre. Come consuetudine della TV commerciale. L’ultima cosa, visti i protagonisti, per cui scandalizzarsi.

* Non so bene perchè ma il fatto che ‘Feels Like We Only Go Backwards’ dei Tame Impala figura nella classifica dei brani più trasmessi di Radio Deejay (Top 50), mi procura un istintivo primordiale fastidio epidermico, soprattutto immaginando l’annuncio che del brano viene fatto dall’uomo più inutile e miracolato dell’etere e della TV: Nicola Savino.

* Nella programmazione natalizia piena di riciclati ottusi filmettini con protagonisti tanti Babbo Natale dalle improbabili barbe finte, spiccano repliche e replichette, non è da meno Deejay TV che la sera del 25 ripropone la festa dei “30 anni” svoltasi al Forum di Assago a fine gennaio. Un concentrato di snobismo patinato, con l’apice zuccheroso da libro Cuore che si consuma nel finale, quando sul palco viene chiamato Claudio Cecchetto (con la faccia commossa da pugile suonato e i capelli molto tintifinti) a ricucire uno strappo lungo 18 anni con i fratelli pugliesi PasquaLinus e Alba Alba Albertino. Momenti indimenticabili a metà tra il drammone seriale e il trash anni ’80. Schierati per l’occasione i mostri-figliocci di Cecchetto: Fiorello, Gerry Scotti e Jovanotti. Imbarazzante come un “Gola Profonda” all’ora di pranzo durante la domenica in famiglia. Ingoiati.

* Diretti dentro il settore “pollice verso” finiscono i disfattisti del Natale. Quelli che sul social network per demenza (e non per eccellenza) ci han martoriato i coglioni per giorni sputando sentenze, prendendo a schiaffi le tradizioni, giustiziando semplici status di divertente bonarietà, decapitando le intenzioni, gonfiando il petto per essersi ancora una volta calati nel perfetto personaggio del “controcorrente a tutti i costi”. Se è Natale affanculo il Natale, se è Pasqua in culo alla Pasqua, se è tempo di vacanze che si fottano il mare e la montagna, se se se… ma staccare la spina e farsi un giro a Villa Borghese? Essere contro, in opposizione, sollevarsi, revolvere, son tutti effetti che non si scatenano seduti davanti ad un PC virtualmente immersi in un “canale sociale”. Meglio le pippe allora.

* Kanye West presto diventerà padre. Kim Kardashian presto mamma. Dio li fa (purtroppo) e poi li accoppia.

UP

* Girovagando nel bel sito ufficiale di Carlo Verdone si scopre la personale classifica degli 80 album della vita (leggi). Un bignami di storia tra cui spiccano anche due dischi di Scott Walker presente tra l’altro nella colonna sonora del suo ultimo divertentissimo film “Posti in Piedi in Paradiso”.

* Tra le maratone TV “coerenti” da segnalare quella che in data odierna La7 dedica al colosso Alberto Sordi a circa due mesi dal decennale della scomparsa.

* Morgan diventa nuovamente padre (la compagna è una losca figura di 21 anni conosciuta nell’edizione di X Factor del 2011) e la sua ex-moglia Asia Argento commenta: “Morgan, ti auguro di diventare un padre migliore”.