Up & Down #245

505

Non teme il primo maggio la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Bananarama are back! The original line-up announces its first-ever tour”. Notizie che non vorresti mai leggere mentre inizi il digiuno più lungo della tua vita.

* 10 concerti, nove visti – uno no.

* Liam Gallagher ancora contro Noel. Questa volta non è stata digerita la collaborazione del fratellino con i Gorillaz di Damon Albarn. I soliti deliri via twitter: “Now that dick out of blur and the creepy 1 out of oasis need to hang there heads in shame as it’s no dancing in the streets as you were. That gobshite out of blur might have turned noel Gallagher into a massive girl but believe you me nxt time i see him there’s gonna be war”.

* Probabilmente avrebbe fatto questo Lou Reed dopo aver ascoltato la cover di ‘Walk On The Wild Side‘ realizzata ad Amici da Emma Marrone e tale Mike.

* Il “concertone“. Sempre e comunque.

[UP]

* Iggy Pop ancora a tutto campo. Tra una celebrazione e l’altra eccolo ricevere un’importante onorificenza. “The French Consul General, Clément Leclerc, awarded him with the Commander of the Order of Arts and Letters (Ordre des Arts et des Lettres) during a ceremony in Miami”. Ma non basta perchè il neo 70enne è anche protagonista di un film indipendente francese: “Starlight“.

* Il mondo piange Jonathan Demme. Ecco il toccante ricordo di David Byrne.

* Kerry Turman (The Temptations).

* Mentre veniamo a sapere che esiste una formica del Venezuela che prende il nome dai Radiohead, Thom Yorke e compagnucci stanno probabilmente preparando qualche sorpresa per i 20 anni di ‘OK Computer’. I poster apparsi in alcune città come New York, Amsterdam, Londra, Parigi… e gli indizi postati via social dal graphic designer di casa Stanley Donwood, portano tutti dritti alla soluzione. Staremo a vedere.

* Auguri a Elton John colpito da una grave infezione che lo ha costretto ad annullare una serie di concerti. Auguri anche alla sempre meravigliosa Barbra Streisand che ha compiuto 75 anni e a Gregg Allman che ha smentito di essere stato ricoverato in una casa di cura come alcune “fake news” avevano recentemente insinuato.

* Sono iniziate a Los Angeles le riprese del biopic “Street Survivors: The True Story of the Lynyrd Skynyrd Plane Crash” dedicato alla leggendaria band americana. Jared Cohn dirige e Brian Perera, fondatore della Cleopatra Records, produce.

* Il Record Store Day è le sue manie è passato e la classifica dei vinili più venduti parla “classico”. Al primo posto sua maestà David Bowie.

* Complimenti ai grandi baffi del sempre integro Perry Farrell che sta “complottando” un progetto assieme al suo buddy Chris Chaney e a Taylor Hawkins dei Foo Fighters

* Al TriBeCa si celebrano i 25 anni del magnifico “Reservoir Dogs”, debutto “lungo” del maestro Quentin Tarantino, con una reunion di tutto il cast originale. Nell’occasione il regista racconta che all’epoca alle audizioni si presentò anche Tom Waits che fu invitato a leggere una parte della sceneggiatura: “We met a lot of different, a lot of really wild people. Tom Waits came in and read. I had Tom Waits read the Madonna speech just so I could hear Tom Waits say it”. Waits alla fine disse: “The script is great, it’s like poetry”. Tarantino aggiunge: “no one had ever called my work poetic before, by a poet no less”.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here