Up & Down #244

422

Non teme i record la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Questi solo alcuni esempi pescati random. L’ovvietà della “stampa” italiana che vive ancora a colpi di iguana, poetessa, boss, menestrello… 🙁

Iggy Pop, l’iguana del rock compie 70 anni e si regala un nuovo brano”.
Iggy Pop, i 70 anni dell’Iguana”.
“70 anni di Iggy Pop. 10 canzoni per festeggiare l’iguana del rock”.

* Il Record Store Day è ormai come Capodanno: bisogna fare qualcosa per forza! Spendendo tanto e “divertendosi” poco.

[UP]

* I 70 anni di Iggy Pop fortunatamente hanno lasciato anche cose belle. Henry Rollins è una di queste.

* William Tolley (Internal Bleeding).

* Dopo l’infelice uscita di Pono, Neil Young non molla e lancia un nuovo servizio (XStream) di musica in streaming. Tanti auguri nonno.

* La linea di pupazzetti Funko tira fuori per giugno anche Jimi Hendrix e Joey Ramone (oltre a Justin Bieber). Per chi vuol proseguire la collezione.

* Cuba Gooding, Sr (The Main Ingredient).

* Una reunion a dir poco speciale per gli Spacemen 3 che si rivolgono così a tutti gli appassionati “diretti” al Record Store Day:

* Il Time stila come ogni anno la lista delle 100 persone più influenti del pianeta. Cercate gli “intrusi” musicali.

* Celebrazioni anche per l’anniversario della scomparsa di Prince. A Londra ecco spuntare un nuovo murales praticamente all’Electric Ballroom a Camden. L’opera verrà però rimossa il 7 giugno…

* Mai termine fu più azzeccato come “seminale” per definire i devastanti Brainiac. Gli eroi di culto della decade ’90 vengono ora celebrati con un documentario che è supportato da una raccolta fondi via Kickstarter. Diretto da Eric Mahoney il film vede la partecipazione anche di Fred Armisen, Wayne Coyne, Buzz Osborne, Cedric Bixler-Zavala, Jim O’Rourke, Steve Albini e David Yow. Chiaro no?

* La copertina è dedicata a Morrissey. Perchè c’è sicuramente lui, con il nome di Esteban, dietro l’artwork del 7″ degli Smiths uscito in occasione del RSD (demo mix di ‘The Boy With the Thorn in His Side’ e nel lato B “early Drone Studios version” di ‘Rubber Ring’). Sul lato A compare infatti una scritta inequivocabile: Trump Will Kill America. Meglio di un film giallo.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here