Up & Down #242

419

Non teme l’umanità la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

*Damon Albarn Says He Is Working on 40 More Gorillaz Songs”. Anche basta zi.

* Repubblica.it rimane zavorrata ai soliti luoghi comuni e manda in stampa (ancoraaaaa): Patti Smith, i 70 anni della poetessa del rock”. Non è da meno Corriere.it: Jarabe De Palo: il rock batte il tumore”.

* La psichedelia ai tempi dei social. Noiosa, chiacchierata, fasulla.

* Tommaso Paradiso: “Io faccio pop sognante, come faceva Antonello Venditti”. Dalla Stampa.it una nuova rivelazione-illuminazione.

[UP]

* Lonnie Brooks.

* Una cosa buona da H&M che non profuma di cartone. La canzone del nuovo spot: The Kinks, ‘Set Me Free’.

* Brian Johnson non ha voglia di infilarsi le pantofole e lancia la serie TV “Life On The Road” su Sky Arts. Sei puntate in cui vengono ospitati tra i tanti anche Robert Plant e Sting.

* Altro giro, altro documentario. Il soggetto si chiama Lydia Lunch e il film sarà diretto da Beth B. “The War is Never Over explores the no wave legend’s career and is set to feature interviews, live performances and more”. Tutto procede su Kickstarter.

* Paul O’Neill (Trans-Siberian Orchestra).

* David Peel.

* Tanti auguri al batterista dei Fall Kieron Melling vittima di un brutto incidente

* Jack White torna a sorpresa con il brano ‘Battle Cry’ (fuori per il Record Store Day) i cui proventi andranno al Well for Culture Program del Native Wellness Institute. Rispetto.

* La cerimonia della Rock & Roll Hall of Fame è sempre emozionante. Spettacolo misurato, sobrio, solenne. A far curiosa notizia è Jeff Ament che indossa una particolare maglietta che riporta decine di nomi di band non ancora “inserite” nella celebre Hall of Fame.

* Si chiama “Man in the Camo Jacket” il docufilm che ha come protagonista Mike Peters (leader dei sempre sottovalutati Alarm) e la sua personale battaglia contro il cancro. Diretto da Russ Kendall è stato presentato in questi giorni al Dallas International Film Festival e vede tra i protagonisti anche Dave Wakeling, Billy Bragg, Glenn Tilbrook, Cy Curnin, Billy Corgan, Richard Blade, Martha Quinn, Billy Duffy e membri degli Alarm. Infinita stima.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here