Up & Down #226

434

Non teme il pulviscolo atmosferico la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Live Reform With Ed Kowalczyk“. Notizie che non vorresti mai leggere mentre passeggi tra l’umidità di un pomeriggio romano in pieno dicembre tenendo infreddolito una piada in mano.

* Le nomantions dei Grammy Awards 2017.

[UP]

* Mick Jagger ancora papà (il conto tra figli, nipoti e discendenti occasionali è impossibile da tenere ormai). La fortunata è la trentenne ballerina Melanie Hamrick. Highlander.

* Greg Lake.

* Il 2017 sarà di Michael Hutchence. Saranno infatti 20 gli anni trascorsi dalla sua tragica e prematura scomparsa che verranno ricordati con un album di brani inediti. “The 20th anniversary is the right to time to let the world hear Michael’s last songs. The family has heard the music. Now is the time for the rest of the world to hear it as well”. Così ha dichiarato Ron Creevey della Helipad Records. Sempre il prossimo anno verrà scoperta a Sydney una statua a lui dedicata.

* I programmi per l’anno venturo non sono però finiti. Il Musée d’art contemporain de Montréal (MAC) aprirà il 9 novembre (fino al 1 aprile 2018) la mostra dedicata a Leonard Cohen “A Crack in Everything”.

* Termina la medianovela Nobel vs Bob Dylan. Alla Konserthus di Stoccolma grandi elogi e applausi + standing ovation per il cantautore e Patti Smith (che si commuove) praticamente chiamata a fare le sue veci.

* Gli argomenti più discussi via Twitter nel 2016? A New York campeggia un cartellone pubblicitario con protagonista David Bowie. Tutto chiaro e molto bello.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here