Up & Down #216

397

Non teme i democristiani la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Su Italia 1 ha esordito Bring The Noise ennesimo giocherello caciarone che ha come protagonisti-concorrenti i soliti presenzialisti mezzi-famosi. Condotto dal miracolato Alvin (!) e basato sul format britannico di casa Sky, il programma che vanta un team di ben sei autori (!!), non diverte per niente facendosi addirittura preferire quello di Rai 2 (Stasera Tutto è Possibile) condotto da Amadeus (!!!). Come potrebbe essere altrimenti se a urlare a squarciagola ci sono (ancora) Facchinetti, Jake La Furia, Pucci (!!!!) e Ravazzi? Momento scult epico della prima puntata il gioco “Sex Tape” con la colonna sonora ‘Pop Porno’ in ridicolo playback “live” de Il Genio. Assoluto.

* Progressivamente. Ancora. Deleterio.

* La psichedelia col MAC e le felpe anche no.

[UP]

* Mike “Taffy” Taylor (Quartz).

* Arriva finalmente il 18 ottobre (in DVD) il documentario “Morphine: Journey of Dreams” diretto da Mark Shuman. Un’opera che celebra e rende omaggio ai grandissimi e ancora amatissimi Morphine.

* Dal 4 novembre al 26 marzo al Brooklyn Museum arriva la mostra “Iggy Pop Life Class“. Una serie di disegni realizzati nel febbraio scorso da 21 artisti alla New York Academy Art e che hanno come soggetto Iggy Pop e il suo corpo nudo. Il 20 ottobre tutto questo sarà racchiuso anche in un libro.

* Pure i Deftones sbarcano nel mondo della birra. La collaborazione con la Belching Beaver Brewery di San Diego ha fatto nascere la Phantom Bride IPA. Chino Moreno: “Really excited to see our Phantom Bride IPA hit the shelves. As a huge beer connoisseur it was a privilege collaborating with Belching Beaver on the flavor profiles and coming out with a beer that I would put right up with any of my favorites. Good stuff”.

* Copertina per celebrare i 45 anni di ‘Maggie May‘. Brano leggendario che nel 1971 Rod Stewart co-firmava con Martin Quittenton dentro ‘Every Picture Tells A Story’. “Maggie May was more or less a true story, about the first woman I had sex with, at the 1961 Beaulieu Jazz Festival…”.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here