Up & Down #21

549

Non teme la caduta dei capelli la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Il presidente Obama incontra i Led Zeppelin nella East Room durante la cerimonia di consegna del premio del Kennedy Center (tra i premiati anche Buddy Guy e David Letterman). Frase simbolo: “Non devastate la Casa Bianca”. Il numero uno d’America ha quindi continuato a scherzare ricordando i trascorsi burrascosi della band… mentre i tre Zep erano tranquillamente imbalsamati e imbarazzati ad ascoltarlo. Diplomatico senza zucchero.

* I nostri beniamini al contrario The Killers bissano il singolo natalizio del 2007 realizzando a scopo benefico ‘I Feel It In My Bones’. Se buttate un occhio alla copertina (indecente rimando kitsch al metal più scarcassato) e un orecchio alla canzone (indecente rimando kitsch al loro repertorio) a Natale prenderete a calci nel culo chiunque vi passerà ad un metro dal naso. Abbrutenti.

* La febbre del talent canoro impazza in TV. L’ultimo arrivato è The Winner Is (Sabato, Canale 5) condotto dal pachidermico tuttofare Gerry Scotti. Un misto tra Italia’s Got Talent e X Factor con l’aura però della sagra della provola affumicata e della finzione televisiva più bieca. Sgolato.

* Ritorna Amici di Maria De Filippi, ritornano i ragazzetti cresciuti ad Anastacia e Barry White, ritornano le truppe tuta-pigiamate, le lacrime del “mi sei arrivato”, il pubblico della periferia da centro commerciale, ritornano i gorgheggi e i passi di danza ippoppe. Ritorna sempre purtroppo.

UP

* La semifinale di X Factor ha finalmente decretato l’esclusione di un ragazzo con la frezza bionda che nel 2012 portava come repertorio le ballad dei Green Day e i Queen impresentabili di fine anni ’80. La probabile vincitrice Chiara Galiazzo, inedito ramazzottiano imbarazzante a parte, si è poi cimentata in una struggente ‘L’amore è tutto qui’ del mai troppo ricordato-incensato Piero Ciampi. Merito della scelta a Marco Castoldi mai come in questa occasione così ispirato artisticamente. Discreta e distinta la presenza del gentilMika.

* Nel 2012 ritornano i Carcass.

* Il nuovo Nerds Attack!