Up & Down #182

600

Non teme la tramontana la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Il disco postumo di Jeff Buckley scomoda Repubblica.it che spara un piccolo ma divertente refuso: Buckley diventa Buckle (un po’ alla romana). A noi non pare vero di rendere settimanalmente omaggio a questo impareggiabile quotidiano (!).

* Così come diciamo grazie ad un paio di articoli spazzatura che hanno ancora una volta come protagonista David Bowie. Su Elle.it siamo al gossip travestito da sciacallo, mentre con al grido di “Il taglio è slim, ma l’allure è decisamente rock”, Ilmessaggero.it manda in scena Pignatelli e il suo omaggio.

* Ma non è tutto. Ilgiornale.it si affida ad “un arzillo 71enne” per un’altra rivelazione piccante. Delle vere novità.

* E poi c’è Alessandro Cecchi Paone che in risposta al Family Day canta Bowie ai microfoni di Radio Rock. Una bella pagliacciata da sagra della finocchiona secca al motto di “Ha fatto della sua bisessualità una bandiera di libertà”.

* I Denver Broncos vincono il Superbowl 50. Lady Gaga canta l’inno nazionale. Beyonce > Coldplay > Bruno Mars si esibiscono in una performance tra kitsch e coattume vero. Vogliamo parlare del look?

[UP]

* Jon Bunch (Sense Field/Further Seems Forever).

* Ricordate Lita Ford? Eccola per Indeed trasformarsi in insegnante di musica!

* Keith Carter aka DJ Big Kap.

* Dal 10 aprile una splendida retrospettiva al Queens Museum di New York dedicata ai Ramones. “Hey! Ho! Let’s Go: Ramones and the Birth of Punk” sarà poi dal 16 settembre a Los Angeles con una seconda parte di mostra davvero spettacolare.

* La passione per gli Smiths e Morrissey attraverso i tatuaggi racchiusa in uno splendido libro fotografico: “To Me You Are a Work of Art“.

* Maurice White.

* Il 4 febbraio Elton John compare a sorpresa alla stazione di Londra per promuovere il suo ultimo album. Al termine della breve esibizione l’artista fa dono alla struttura del piano Yamaha.

* Brad Kent (D.O.A./Avengers/Subhumans).

* Spot Audi R8 sulle note di ‘Starman’.

* Dan Hicks.

* La civile Seattle proclama il 7 febbraio “International Clash Day”.

* Il negozio di Lucca Sky Stone & Songs che dedica praticamente tutto il negozio a David Bowie. Un tesoro da premiare in un’Italia avara, pigra e ignorante verso un accadimento “epocale”.

Condividi
Articolo precedenteIl Giudice Talebano #4
Articolo successivoBelly: reunion

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here