Up & Down #168

571

Non teme le manovre di palazzo la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

*  Della serie notizie che non vorrresti mai leggere mentre sorseggi un cappuccino di soia. Phil Collins: “I am no longer retired”. E ancora: Ugly Kid Joe Return to Billboard Charts with New Album”. Ma non è tutto. Max Gazzè: “in ‘Maximilian’ Musica sperimentale”.

*  Il probabile ritorno dei Coldplay che tappezza Londra.

*  L’annuale fake David Bowie > Primavera Sound che tappezza il web.

*  ‘Ma che spettacolo’ è il profetico titolo del nuovo album di Umberto Tozzi. Mantenendo fede alla scelta fatta durante le interviste di rito, sopraffatto da evidenti deliri di onnipotenza, dichiara: “In Italia mi trascurano, fossi nato a Liverpool sarei il quinto Beatles”. E il web si scatena in coro: “se mi nonno c’aveva tre palle era un flipper”.

*  La tragedia di Bucarest. Durante il concerto dei Goodbye To Gravity i fuochi di scena scatenano l’inferno all’interno del Colectiv club. Bilancio pesantissimo con 27 vittime e oltre 140 feriti. E il ricordo corre a quel 23 febbraio 2003 quando nel locale di Rhode Island dove si esibivano i Great White sempre dei fuochi pirotecnici provocarono uno dei più grandi disastri della storia americana con il bilancio finale di 100 morti e oltre 230 feriti. RIP

[UP]

Maynard Keenan a gamba tesissima sui fan dei Tool: “Insufferable people… It’s just ridiculous, retards. I’m sorry. Can’t help them. Way too serious. Too much. Lighten up”. Grazie.

*  La tragica fine della madre di Dave Navarro oggi raccontata in un interessante docufilm.

*  L’ennesimo motivo per fare un’ennesima visita a Londra. La casa di Jimi Hendrix al 23 Brook Street, Mayfair il 10 febbraio diventa un museo aperto al pubblico.

*  Passata la festa di Halloween abbiamo provato a segnalare i vincitori che meglio si sono distinti nel make-up. Tra i tanti questi 9 sembrano i più riusciti/divertenti.

*  La copertina vede come protagonista assoluta Lykke Li che attraverso i social annuncia la prossima maternità. Bellissima.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here