Up & Down #164

1155

Non teme le invidie la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Argomento sempre vivo quello de Il Volo. La presunta devastazione di una stanza d’albergo a Locarno scatena sulla stampa articoli che ripercorrono le gesta “rock” di una storia lunga una vita. Il trio di giovani vecchi (poi spernacchiati da Crozza nella sua trasmissione – venerdì La7) viene messo sullo stesso piano di Who, Rolling Stones e pezzi da museo di questo genere. Il Volo fa cagare ma certa stampa di più. Sempre di più.

* Notizie che non vorresti mai leggere. “Scott Stapp says that a Creed reunion is coming”. Il post-grunge e il nu-metal sembrano tornare in vita senza una vera richiesta formale da parte di nessuno. Tra i peggiori “momenti” della storia musicale di ogni tempo.

* Notizie che non vorresti mai leggere-2. I Pooh si riuniscono (anche con Riccardo Fogli) per festeggiare i 50 anni e dire addio (!). Il Corriere.it – che ha ormai soppiantato la Repubblica.it – non perde l’occasione e manda in orbita: “Dai Dear Jack ai Pooh: gli 8 addii musicali che hanno fatto soffrire le ammiratrici”. Minchia.

* Nella sezione dedicata a Roma ancora Corriere.it sull’arrivo di Joe Satriani: “Una chitarra shock’n’roll”. Preziosismo d’alta scuola.

* Toto in Italia.

* Roger Waters vs Bon Jovi. Adesso anche basta. Parole… parole, parole.

* Lei è Lauren Mayberry la cantante (!!!) dei miracolati/raccomandati Chvrches. Ecco come liquida un fan che in maniera divertente e innocente le chiede “Marry me!”. Stonata e anche inacidita. Zero.

* Morrissey vs United Kingdom. Adesso ci siamo un po’ rotti i coglioni. Parole… parole, parole.

* John Frusciante e la richiesta esosa arrivata dall’ex-moglie Nicole. Son cazzi veri.

* La questione Lindo Ferretti qualche settimana dopo la bufera mediatica. Davvero strano che quando una persona (chiunque essa sia) ha idee diverse dalle nostre (qualunque esse siano) venga irrimediabilmente etichettata come “stronza”, “incapace di intendere” ecc. Basterebbe non essere d’accordo e capire magari perchè. Perchè la democrazia è solo un’utopia.

* W.A.S.P. in Italia.

* La simpatica storiella epistolare tra il producer britannico Powell e Steve Albini. La richiesta per l’utilizzo di un sample vocale diventa una scusa per una pubblicità che altrimenti la XL Recordings e l’artista (!) inglese non avrebbero mai avuto. DOWN lui e DOWN Albini che in una mail di risposta spara a zero sulla musica elettronica, la club culture… insomma uno furbo e un cazzaro senile (anche se con qualche verità).

[UP]

* ‘All Along the Watchtower‘ tra le mani di Jimi Hendrix viene sparata in orbita da “The Martian”.

* Kirk Hammet lancia pedali. Sarebbe stato meglio petali, ma questo è quello che passa il convento.

* Antony Hegarty vs Papa Francesco. Tutto giusto e condivisibile.

* Rodolfo Maltese.

* Disavventura romana per il povero Bob Log che “perde” il cellulare vicino Via delle Cave e attraverso i social lancia un appello: “Rome! Here is the address of whoever took my phone. Can anyone help? It has all my pictures of my Daughter. 36-38 via poggi D oro”. Aggiornaci Bob.

* Simon Cowe.

* La copertina non si discute. Spetta a Tim Commerford che in un’intervista al Rolling Stone si scusa per aver ispirato, con la musica dei RATM, band come i Limp Bizkit. “I do apologize for Limp Bizkit. I really do. I feel really bad that we inspired such bullshit..”. Quando una statua in un parco cittadino?