Up & Down #163

597

Non teme la mercatistica la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Troppo facile. Ma inevitabile. Apriamo con la notizia che ha caratterizzato il fine settimana sui media di tutto il mondo: Pope Francis is releasing a prog-rock album called Wake Up! The Pontifex’s debut album arrives on November 27th”. L’ennesima mossa di marketing strategico che fa scacco matto proprio in occasione della visita statunitense. “The Pontifex’s debut” non si può proprio sentire soprattutto se associato alla parola “prog”. Un mix devastante di proporzioni bibliche. Poveri noi.

* Il Corriere.it approfitta e batte tutti sostituendosi anche a Repubblica. “Il Papa è rock: oggi arriva il disco”.

* Notizie che non vorresti mai leggere quelle di ritorni artritici e polverosi. I Corrs si riformano dopo 10 anni mentre tornano con un nuovo album i Sevendust e i Collective Soul, per non parlare della paventata reunion dei Bay City Rollers. Che l’INPS vi illumini.

* Un nuovo brano dei Coldplay non può essere mai una bella notizia. Insomma, ‘Amazing Day‘ un cazzo.

* Metro News via Twitter vola altissimo: ‪“Milano‬ ospita l’unica tappa in Italia di ‪#Sufjan‬ ‪#Stevens‬, la nuova promessa del folk USA”. I commenti blasfemi sono esauriti da tempo.

* Di Morgan e dei Bluvertigo avevamo già parlato. Ma dobbiamo tornarci sopra spinti dall’uscita del video che accompagna il nuovo orrendo singolo ‘Andiamo a Londra‘. Un “omaggio” alla performance televisiva di Iggy Pop (Morgan) e David Bowie (quello biondo) protagonisti il 15 aprile 1977 al Dinah Shore con ‘Funtime’. Un’operazione che si colora di ridicolo involontario. Tra Italia’s Got Talent e La Corrida.

* Non avremmo mai voluto. Father John Misty che fa Ryan Adams che fa Taylor Swift ma con la voce di Lou Reed. Non è bella e non fa sorridere. Questo è uno dei due brani (cover) pubblicati su Soundcloud da Tillman e ben presto rimossi. Lui si sfoga lanciando il nuovo brano ‘The Memo‘ dove punta il dito contro tutti (più o meno). Padre che passa?

* Un weekend funestato dalla presenza in video (Rai 3, da Fabio Fazio) di Giuliano “Megamind” Sangiorgi. Il ritorno dei Negramaro pubblicizzato neanche fosse un ammorbidente per casalinghe. Il sabato con un collegamento dal Chiostro del Bramante a Roma, dove il Sangiorgi accompagnato solo al piano, storpia con i suoi inutili ghirigori vocali, una delle canzoni italiane più belle di sempre (‘Io Che Amo Solo Te’ di Sergio Endrigo), la domenica con l’intervista in poltrona piena di filosofeggiamenti spicci, “E” irrimediabilmente/continuamente aperte, modestia da vendere. “A casa mia c’era Paul Simonon dei Clash…”. Povera Italia.

[UP]

* Ivan Cattaneo all’improvviso e prima dell’uscita di un tributo a lui dedicato: “In galera chi crea i talent show”. Sbem!

* Il docufilm su Jaco Pastorius prodotto da Robert Trujillo.

* La 74enne nativa-canadese Buffy Sainte-Marie vince il Polaris Music Prize. Grande gioia.

* La moda, la sete, il trend, la voglia di documentario non si arresta più. Gli Sleaford Mods altri protagonisti.

* Ben Cauley.

* Pensavate di aver visto tutto? Ecco il film firmato Tav Falco.

* Lady Bo.

* Frances Bean Cobain sposa in gran segreto. Bene così.

* Auguri alla quasi 37enne Karen O diventata mamma di un bambino avuto dall’unione con il regista Barnaby Clay.

* Dopo i sex toys i Motorhead fanno cassa anche con il whisky.

* I 70 anni di Bryan Ferry. Grazie.

Condividi
Articolo precedenteIl Giudice Talebano #18
Articolo successivoAmy Winehouse

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here