Up & Down #161

604

Non teme gli sgambetti la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* “Laguna rock: Vasco sbarca a Venezia”. Il Corriere.it sempre più alla ricerca del primato dei primati da contendere a Repubblica.it, e intanto il Vasco nazionale irrompe al festival lagunare con un documentario elementare come le canzoni prodotte negli ultimi 25 anni. Zero.

* Con le prime selezioni (registrate qualche mese fa) ha preso il via su Sky Uno la nona edizione del talent X Factor. Inutile mettere in “UP” i soliti punti di forza (la formula, l’internazionalità coreografica e scenografica, il ritmo del montaggio, la comunicazione ecc.) meglio allora concentrarsi sugli aspetti negativi che dopo una sola puntata han già trovato la giusta evidenza. Il ritorno (stanco) di Elio (personaggio sempre più ambiguo e sempre meno divertente), le sentenze da asilo nido di Fedez e soprattutto la nuova entrata Skin. Salutata neanche fosse Janis Joplin reincarnata in un ologramma di Nina Simone, la cantante britannica è al suo capolinea artistico (!). Trovata fortuna con una band “normale” per l’epoca alternative come gli Skunk Anansie, ha via via declinato aggrappandosi per almeno dieci anni a quelle 2-3 ballate insulse che le han portato tanta fortuna nel nostro paesello spugna-assorbi tutto. Paesello che è diventato approdo sicuro per il suo nulla cosmico. Immeritata.

* Negli stessi giorni da registrare il flop auditel su Italia 1 del docufilm (!) dedicato alla vita avventurosa (!!) proprio di Fedez. Molto meglio Scialpi.

* Dai giudici di X Factor ad un discusso ex. Morgan e i Bluvertigo tornano con il nuovo album ‘Tuono – Tono, Tempo, Suono’ anticipato dal raccapricciante singolo ‘Andiamo a Londra’. Morgan è sicuro: “Sarà un album di rottura rispetto al passato dei Bluvertigo”. La produzione affidata a Guy Chambers (autore delle più famose hit di Robbie Williams) e Mika dà ragione all’autore. Sarà proprio una bella rottura di cazzo.

* Bono impegnato in un omaggio alla canzone italiana durante una delle recenti date torinesi degli U2. Stecca epocale da tramandare ai posteri. Fine.

* Chrissie Hynde: “Pop stars are feminists on behalf of prostitutes”. Ancora co ste cazzate?

* Il nuovo album degli Iron Maiden subito al numero 1 della classifica (!) italiana. Difficile capire se può essere gioia o tristezza. Mentre ci pensiamo è ovviamente “down”.

* Il ridanciano Mac DeMarco risponde così al divertente (quanto giusto) attacco social della Fat White Family: “People ask: ‘These are your friends, right? This is a funny thing? I’m like, ‘I’ve never met these guys. I don’t know what they sound like.’ They asked me to play guitar with them on David Letterman a couple of months ago and I said no. But I guess somewhere in between that time and now they decided that they didn’t like me actually and yeah, if they have a problem, then that’s fine. Not everyone’s going to like my music. That’s fine. I don’t know anything about them. I don’t know anything about their music but it just kind of comes off as misinformed and a little bit disrespectful”. Francamente ce ne freghiamo.

* Pat Houston – sorella della compianta Whitney, scomparsa nel 2012, e presidente della Whitney Houston Estate – annuncia che nel 2016 l’artista “tornerà” come ologramma: “It’s a great opportunity for her fans to see a reinvention of one the most celebrated female artists in history and to continue a legacy of performances that will not be forgotten in years to come”. Non c’è bisogno di nessun commento.

[UP]

* Sempre più inflazionato il mondo dei documentari, dei biopic, dei docufilm, dei racconti storici. All’appello questa volta risponde “Keith Richards: Under the Influence” diretto da Morgan Neville, che viene presentato il 18 settembre stesso giorno d’uscita del nuovo lavoro solista del vecchio Keith Richards. In “UP” anche una delle sue ultime esternazioni che oggi hanno come bersaglio Jerry Garcia e i Grateful Dead: “The Grateful Dead is where everybody got it wrong. Just poodling about for hours and hours. Jerry Garcia, boring s—, man. Sorry, Jerry”. Condividiamo.

* Dopo i problemi di salute di Lemmy i Motorhead si rifanno lanciando sul mercato una linea di utilissimi sex toys chiamata “The Official Pleasure Collection”.

* Bryn Merrick.

* Gary Richrath.

* Auguri al 67enne Fred Cole, leader dei Dead Moon collassato sul palco del Bumbershoot qualche giorno fa. La moglie Toody scrive due messaggi: “Hey everyone – so some news from the Dead Moon show at Bumpershoot [sic] today is going to start popping up online. Fred Cole collapsed on stage and had to be taken to the hospital. We just got word from Toody that he has stabilized and is now coherent again. It’s some heart complications. Keep him in your thoughts please. I’ll update once we know more”. Poi qualche ora dopo: “just talked with the hospital & Fred is doing well, so they took him out of intensive care & up to a regular room. Couple more tests before they decide what needs to be done. Thanks for all your love & support”.

* Auguri che estendiamo a Steve Mackay ricoverato in settimana e attualmente in condizioni critiche.

* Un piccolo film diretto da Jack White

* 67 anni e non sentirli. Grace Jones fatta con uno stampo unico. E lei non lo manda a dire: “Trends come along and people say, ‘Follow that trend’. There’s a lot of that around at the moment: ‘Be like Sasha Fierce. Be like Miley Cyrus. Be like Rihanna. Be like Lady Gaga. Be like Rita Ora and Sia. Be like Madonna.’ I cannot be like them… except to the extent that they are already being like me. I have been so copied by those people who have made fortunes that people assume I am that rich. But I did things for the excitement, the dare, the fact that it was new, not for the money, and too many times I was the first, not the beneficiary”. Copertina a mani basse.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here