Up & Down #137

883

Non teme gli infortuni la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Brandon Flowers in Italia.

* Le Donatella (?!) vincono l’Isola dei Famosi e minacciano: “Continueremo a fare musica, usciranno dei singoli”.

* Minaccia tira minaccia. System Of A Down: “We’ve written some songs. We’re keeping it to ourselves. We’re getting back to the bullshit of being together”.

* Il cantautore Sergio Caputo si sfoga e denuncia una presunta “Radiopoli“. Non scopre certo l’acqua calda ed è strano (curioso) che queste prese di posizione sbocciano quasi sempre sulla bocca di chi (purtroppo o per fortuna) da anni è fuori dal giro che conta.

* Stesso cosa (più o meno) accade con il “racconto” che Saturnino tratteggia di Giovanni Allevi nel suo ultimo libro “Testa di Basso” (edizioni Salani). Tanto clamore per nulla.

* Italia 1 si rinnova. Grandi proclami e un primo annuncio straordinario: torna il Karaoke!. 20 anni dopo il testimone è preso da Angelo Pintus (?!???). Minchia.

* Uno spasso. Albertino e la perla giornaliera. Durante Fifty Songs-Radio Deejay, commentando un brano di David Guetta feat. Sia, dice che la cantante è stata scoperta dal Dj francese. Peccato per lui che la 39enne australiana abbia iniziato artisticamente nel suo paese a metà anni ’90 per poi trovare fortuna a Londra come vocalist per i Jamiroquai e successivamente in seno agli Zero 7. Questa volta non sono dettagli.

* Europe in Italia.

* Il ridicolo incidente “navale” di Tiesto/Martin Garrix > David Guetta. Paperoni e coglioni.

* Zayn Malik (?!?) lascia gli One Direction. Valle di lacrime è la nuova meta di pellegrinaggio per le adolescenti di tutto il mondo. Lo spazio che viene riservato dai media americani a questa notizia epocale è davvero sorprendente. Tutto il mondo è un bel paesello. Ma in Italia non siamo da meno. Studio Aperto martella quotidianamente e il venerdì arriva a questo: “Le directioner non hanno tutti i torti a paragonare Perrie Edwards (fidanzata di Malik) a Yoko Ono”. Che qualche Dio vi abbia in gloria.

* Il caro vecchio David Crosby, sulle strade della California, mentre è alla guida della sua automobile, abbagliato dal sole, stende un uomo di 46 anni intento a fare allegramente jogging. Il malcapitato ha riportato alcune fratture ed escoriazioni. Crosby si è prontamente fermato ed ha chiamato i soccorsi. Tutto farebbe pensare ad un inserimento in UP ma la patente ad una certa… anche basta.

* Via web diventa quasi virale il caso del basso (di Jason Newsted) che si sente basso su ‘…And justice for all’ dei Metallica. Una rivelazione sGoop alla Mistero dalle parole del produttore Steve Thompson: fu Lars Ulrich a volerlo quasi far scomparire dal mix. Lo stesso Thompson rivela però come nel 2009, durante la cerimonia della Rock’n’roll Hall of Fame, ricordando proprio l’episodio i due ci scherzarono sonoramente sopra. Improvvisamente Ulrich diventa “‘no stronzo”, sui social si sprecano cose del tipo “l’ho sempre detto che era ‘n fio de na mignotta”. Il giorno che chiuderà Facebook sarà certamente un mondo migliore.

[UP]

* I 75 anni di Mina.

* In attesa della completa guarigione di Bruce Dickinson  – che comunque compare in ottima forma e con un paio di baffi – e del nuovo album (!) gli Iron Maiden vengono premiati con lo O2 Silver Clef Award “for outstanding contribution to music in UK”.

* Standing ovation per gli Spandau Ballet. Successo strepitoso delle loro date italiane, partecipazione divertita e divertente in Rai (Domenica In e Gazebo) e annuncio di altri tre appuntamenti estivi a luglio. E il new romantic è salvo.

* Anche Mark Arm dei Mudhoney diventa un pupazzetto Trobblehead.

* Tanti auguri al caro vecchio Ozzy Osbourne che dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico. “… Ozzy is having surgery, scheduled for May, following his South American tour. He requires at least four weeks of recovery time. We are very disappointed that we need to cancel”.

* Capitolo spot pubblicitari. Il volto di gomma di Nicole Kidman per Omega Ladymatic con in sottofondo ‘You & Me’ dei Disclosure feat. Eliza Doolittle versione remix di Flume.

* La Library of Congress degli Stati Uniti ha definito le 25 registrazioni audio da inserire nello sterminato catalogo per l’anno 2015. Tra questi anche ‘OK Computer’ dei Radiohead, il debutto dei Doors, il totale ‘Stand!’ a firma Sly and the Family Stone, ‘The Miseducation of Lauryn Hill’ di Lauryn Hill e il debutto di Joan Baez.

* John Renbourn.

* Tempo di autobiografie. Dopo quella già schedulata di Elvis Costello e quella prevista per il 2016 di Johnny Marr, si aggiunge anche John Fogerty con “Fortunate Son: My Life, My Music” che sarà fuori il 6 ottobre via Little, Brown and Company. “I want to tell the story of how I fought – hard – to maintain my artistic integrity in the face of opposing forces”.

* 2016 che a quanto dichiarato da Emma Bunton vedrà forse concretizzarsi la reunion delle Spice Girls in occasione dei 20 anni dalla fondazione. Colore rosso per la simpatia da fumetto.

* L’idea è sicuramente da UP. Come la speranza. William Corgan (ormai ex-Billy per sua ferma decisione) sta fortemente pensando di terminare l’avventura Smashing Pumpkins. “More of the audience is fixated on the past, not the band’s new material”. Meglio tardi che mai.

* La copertina è dedicata al matrimonio di Jake Gahan, figlio di Dave, che si è sposato con l’israeliana Sigal Mamis conosciuta nel 2009 proprio ad un concerto dei Depeche Mode. Le nozze sono state celebrate nel paese della ragazza (nella città di Caesarea, contraddistinta dalle splendide rovine romane) e grande risalto hanno avuto sui media locali. I due sposini però, annoiati dalle attenzioni particolari della stampa hanno poi postato su Instagram una loro foto dove indossano due magliette che riportano: “#ynetsucks” e “gossip media crashing a private wedding is WRONG!”. Per rimanere in tema anche Jonny Greenwood dei Radiohead è sposato con un’israeliana, la visual artist Sharona Katan.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here