Up & Down #13

692

Non teme Ottobre la rubrica più giovane di Nerds Attack!. Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Probabilmente una delle colonne sonore più brutte degli ultimi anni accompagna il nuovo film di Tim Burton “Frankenweenie“. Un’accozzaglia di brani e artisti senza costrutto da far impallidire una soundtrack dei Vanzina. Anche basta Tim.

* Mercoledì 3 ottobre. Nell’edizione delle 12.30 del disgustoso Studio Aperto, si consuma il solito “delitto” dell’informazione. Dopo il servizio che racconta la tragica scomparsa di una bambina gallese ecco di seguito quello che parla di un cagnolino del cazzo investito da una macchina ma salvatosi perchè rimasto incastrato nel parafango della stessa. A completare il trittico poi si parla di Lady Gaga in concerto a Milano. L’infantile giornalista definisce “piccoli mostri” i ragazzi venuti a vedere la loro beniamina e definisce lo show “uno spettacolo pop fantascientifico che ha lasciato tutti col fiato sospeso”. Stavolta però i mostri stanno tutti dietro alle scrivanie della redazione del peggior TG della storia italiana.

* 35 anni dopo “Grease” Olivia Newton-John (che ricordiamo con il classico ‘Physical’) e John Travolta (che ricordiamo sempre con enorme piacere) si riuniscono per un christmas album che avrà tra le guest giovani brillanti come Cliff Richard, Chick Corea, Barbra Streisand e Kenny G. Certo il sequel di ‘You’re The One That I Want’ intitolato ‘I Think You Might Like It’. Strazianti.

* “In questo periodo mi guardo allo specchio, mi piaccio, non mi giudico, anche se vedo un filo di cellulite. Mi vedo bene perché sto bene. Sono viva”. Chi lo ha detto? Una insana di mente, una troglodita del paleozoico (ammesso che ne siano state) o Emma Marrone?

* Restyling per il sito Clash Music che inspiegabilmente diventa uguale a Fact Magazine. Complimenti.

* Come scimmiottare male Serge Gainsbourg e Jane Birkin. Riescono nell’impresa deleteria il sopravvalutato Adam Green (terribile su disco, peggio dal vivo) e la mai promettente Binki Shapiro cantante dei Little Joy (hai capito!). L’album omonimo sarà fuori a gennaio 2013 ma sono già disponibili singolo e artwork. Provare per non credere (guarda). Infantili.

* Evidentemente è un titolo autobiografico: “Lo Spacciatore di Carne”. Il primo romanzo di Giuliano “mutande basse” Sangiorgi. La carne alla quale si riferisce è senza dubbio la sua che fuoriesce incontrollata e incontrollabile dal quel corpo sfatto. Si salvi chi può.

UP

* Esattamente 20 anni fa (3 ottobre 1992) Sinead O’Connor dava un senso alla sua carriera strappando una foto di Giovanni Paolo II durante la performance a cappella di ‘War’ di Bob Marley al Saturday Night Live. (guarda)

* In attesa delle due date all’Arena di Verona, il “Rock Economy” di Adriano Celentano si presenta benissimo con lo spot in onda da settimane sulle reti Mediaset. Grande impatto per un prodotto desueto per la disgustosa televisione nostrana.

* McDonald‘s chiude il ristorante a Galleria Vittorio Emanuele a Milano. L’amministratore delegato: “McDonald’s non se ne va in silenzio, e vuole celebrare i vent’anni di attività e ringraziare i 40 milioni di clienti che in questi anni l’hanno frequentato…”. In silenzio certo no, si porta dietro il terribile olezzo che contraddistingue questo “genere” di “locali”. La notizia finisce su UP perchè è davvero una grande vittoria. Per la cronaca al posto della rivendita di panini arriverà Prada. Che vuol dire Italia.