Up & Down #128

764

Non teme i tuttologi la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* GWAR has opened the GWARbar. The bar is in Richmond, Virginia and features GWAR-themed food and drinks”. Basta cazzate!

* Gloria Estefan will reunite with the Miami Sound Machine for one night, September 14, at the Minskoff Theatre”. Basta cazzate!

* Per la serie cose strane. Nel 2015 esistono ancora cover band, scuole di “musica” e fan di Cristina D’Avena.

* Dopo 6 anni di matrimonio giungono alla decisione del divorzio Ryan Adams e Mandy Moore. “It is a respectful, amicable parting of ways. Both Ryan and Mandy ask that the media respect their privacy at this time”. Peccato.

* Al Sundance Festival è stato presentato il film “Kurt Cobain: Montage of Heck“. Presenti Courtney Love, la figlia Frances Bean e ovviamente il regista Brett Morgen. Il primo commento alla pellicola è di Krist Novoselic: “Terrific”. Per ora è un down poi vedremo.

[UP]

* La “povera” Bjork costretta a “pubblicare” ‘Vulnicura’ dopo l’ennesima diffusione pirata in rete. Mentre il “leakkatore” del disco di Madonna viene arrestato, il nuovo album del genio islandese miete le sue vittime candidandosi ad evento dell’anno.

* Aeroporto di Los Angeles. Un segugio/fan di Morrissey cerca di avvicinarlo per un autografo. Ecco la sua versione: “I met morrissey tonight but unfortunately his bodyguard would not allow me to take a picture and when I asked morrissey for his autograph he told me he couldn’t because he has ebola…. typical morrissey answer… still exciting though”. Grazie di esistere.

* I 60 anni di Eddie Van Halen.

* Le TLC decidono di pubblicare un ultimo album e si catapultano sulla piattaforma Kickstarter per raccogliere i fondi necessari. In soccorso arriva Katy Perry: “The pop superstar has donated $5K to help T-Boz and Chilli fund final album”. Splendida crocerossina.

* Il primo tour insieme dopo 37 anni, dal 1978. Herbie Hancock e Chick Corea saranno i protagonisti di una serie di date in USA e in Europa (tra marzo e luglio… Italia esclusa).

* Fantastica l’esibizione dei Decemberists al Jimmy Kimmel Live. La band americana mette infatti in musica alcuni commenti apparsi su YouTube riguardanti “scottanti” temi d’attualità.

* Il Primavera Sound Festival ufficializza la solita ricca line-up. E lo fa come sempre alla grande, con una divertentissima applicazione/videogioco che sottopone l’appassionato ad un ardimentoso spara-spara ammazza corvi, uomini neri e strani sciamani indiani. Ogni vittima cela e rivela un artista in cartellone. Ma i nomi, grazie ad un utilissimo (!!!) hackeraggio dell’app stessa, vengono praticamente svelati al mondo intelligente qualche ora prima. Inutile giocare. Inutile divertirsi. Inutile tutto. Lista alla mano c’è poco da discutere. Si può come al solito battagliare sulla giustezza degli headliner ma alla fine ci sono sempre un po’ tutti. Come gli immancabili haters terminali che fanno della frustrazione congenita un vanto social. Dopo tanti anni non si riesce ancora a capire perchè questo festival, uguale a tantissimi altri nel globo, riesca ad attirare così tanto “odio”, così tanta acredine gratuita, così tanta antipatia. Il consiglio che arriva da questo modesto pulpito è sempre lo stesso: uscire da casa, buttare le chiavi e farsi un bel giro (lungo) a Villa Borghese, all’aria aperta, magari scambiando qualche interessante chiacchiera con esseri umani e animali disponibili ad accogliere i fondamentali tormenti dell’ormai inutile anima. W il Primavera e W Barcellona.

* Edgar Froese.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here