Up & Down #121

885

Non teme il degrado cittadino la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* In un raptus di anti-socialità Prince cancella tutti gli accounts dei social media e i video da YouTube. Contento lui…

* Cose che fanno bene alla salute: Atomic Kitten have announced an anniversary tour”.

* Lana Del Rey e Courtney Love annunciano un tour americano da consumarsi insieme (preferibilmente lontano dai pasti). Scult dell’anno al profumo di silicone (Lory Del Santo esclusa).

* Gianna Nannini torna con un nuovo album e sul Corriere.it illuminano la notizia così: “La rocker pubblica Hitalia, album con la rivisitazione in chiave rock-metal di 17 classici della canzone italiana”. Le solite parole “rock” e “metal” che in Italia vengono buttate a cazzo di cane sempre e un po’ ovunque.

* Richie Hawtin viene “battuto” dalle agenzie per aver leggermente spinto una fan – servendosi di un amplificatore – rea di averlo importunato con la reiterata ripresa video del suo faticoso lavoro alla consolle. La notizia fa il giro del web e diventa più o meno questa: “Hawtin scaglia/lancia una cassa contro una ragazza…”. L’artista è costretto a scusarsi con queste righe. Complimenti a tutti.

* Finalmente l’orco Peter McNeal (ex-Cake) è stato condannato a 15 anni di carcere (sempre pochi) per il suo lercio reato di molestie e abusi su minore. “… and ordered him to register as a sex offender for life”.

* U2 a Torino.

* Year in Music 2014. Spotify pubblica la lista degli artisti più ascoltati dagli italiani: Coldplay, Ligabue e Calvin Harris sul podio. State bene così. In UK invece: Ed Sheeran, Arctic Monkeys e Clean Bandit.

* Jethro Tull’s Ian Anderson plays The Best of Tull…. Tutto questo in Italia. Domandarsi perchè non ha più senso.

[UP]

* Ian McLagan.

* La musica riscopre il cinema. Il cinema riscopre la musica. Trend del momento? Forse. Seppur vada preso sempre tutto con le molle, c’è fortunatamente un piccolo spazio nelle sale per docufilm, biopic, documentari, archivio, rispolveri. Dai Police agli Spandau Ballet, dal ritorno di “Quadrophenia” a “David Bowie Is”, da Michael Jackson a Nick Cave… e la lista potrebbe certamente proseguire. L’importante è saper scegliere.

* Grazie infinite alla tempesta di neve che qualche settimana fa ha bloccato per 50 ore gli Interpol a Buffalo impedendogli di raggiungere l’agognato Canada. La natura vince sempre.

* La musica riscopre la pubblicità. La pubblicità riscopre la musica. Un binomio che per la verità non smette di consegnarci piccole perle, riscoperte, mainstream classico, divertimento. Negli ultimi tempi assistiamo ai Moloko per Accessorize, la commovente ‘She’s A Rainbow’ dei Rolling Stones per Vodafone, la dimenticata Shirley Ellis con ‘The Clapping Song’ per Ford Focus, i francesi Make The Girl Dance con la rutilante ‘Tchiki Tchiki Tchiki‘ per Garnier…

* Bobby Keys.

* Ilaria Rastrelli passa alla storia di X Factor per aver interpretato (nella puntata del 27 novembre) ‘There Is A Light That Never Goes Out’ degli Smiths. UP per la onesta riuscita e per i telespettatori che hanno votato il brano “ENEL” poi scelto da Victoria “E che devo dire?” Cabello.

* Stoico quasi eroico Blixa Bargeld, che durante il concerto romano degli Einsturzende Neubauten pur cadendo dal palco (frattura alla gamba) decide di continuare la sua performance. Cancellati gli impegni in programma come annunciato dal comunicato ufficiale: “Blixa injured himself during LAMENT performance in Italy and needed medical attention. We have now received his doctor`s decision that he will unfortunatly not be able to proceed any further shows this year. That`s why we have to cancel upcoming shows in Moskow and St. Petersburg with regret. We’re working on alternative dates for 2015 year at the moment. We will be posting all infos asap. We hope for Blixa`s speedy recovery and wish him all the best!”. Meglio di Toti.

* La storia più bella della settimana e l’applauso più lungo spettano però ai Sigur Ros e alla loro piccola amica Pippa. Leggere per credere.

* L’Independent Label Market londinese edizione natalizia. Magnifica esperienza. Da esempio per le nostre arruffate bancarelle del basta che c’è.

* Come non regalare/e regalarsi per Natale il Monopoli degli Abba?

* Nick Talbot.

* Chris Martin confessa che il prossimo potrebbe essere l’ultimo album dei Coldplay. Il primo UP della carriera non si dimentica mai.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here