Up & Down #117

849

Non teme gli esperimenti la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno si offenda vi augura buon divertimento.

[DOWN]

* Robbie “Schettino” Williams di nuovo padre. Fa discutere la scelta del cantante di mettere online il video che “racconta” le doglie della moglie. Il delirio ai tempi dei social.

* Alessandra Amoroso “… rappresenterà il Sud Europa nella finale degli MTV European Music Awards”. Ecco, giusto il Sud Europa ci meritiamo.

* Incredibile e ormai consueto il concentrato di banalità e luoghi comuni che fanno da corollario a ogni ritorno di Vasco Rossi. Spericolato, rocker, innocente, blasco, “sempre in piedi come Rocky”, “sono innocente ma provoco”, look rock… sono solo alcuni dei punti salienti che copia-incollati fanno il giro dei media. E allora dai col Sud Europa.

* Il Mercury Prize 2014 viene vinto dagli Young Fathers (chi?). Voglia britannica di sentirsi a New York, di sentirsi a Brooklyn, di sentirsi cool.

* Gli U2 parlano ancora, parlano sempre. Ecco le preferenze musicali dopo la visita al Coachella. The band that I liked at Coachella was Cage the Elephant. Their commitment to the performance really blew so much of the other stuff away. They really did own it in a way that few other artists did. Broken Bells were great, and Skrillex’s thing was pretty cool. Pixies were on, that was good to see them. And I love Outkast. Some of the more strange hippie stuff wasn’t that great. Neutral Milk Hotel, you know them? If you were sort of one of the faithful, you could sort of get excited about it. It didn’t really have a universal appeal at all. And that might be its appeal”. Bei gusti del cazzo.

* La seconda puntata di X Factor “elimina” il trio dei giovani The Wise che a freddo dichiarano modesti: “Forse non siamo stati capiti, il pubblico non ha colto tutte le nostre sfumature, non ha preso le nostre performance come un progetto da portare avanti ma un a cosa buttata lì”. Questione di sfumature…

* Si chiama “Hooked on Music” l’esperimento scientifico realizzato dal Museum of Science and Industry (Mosi) che ha riguardato 12mila persone chiamate a riconoscere nel minor tempo possibile brani musicali tra i più venduti nella storia britannica dagli anni ’40 ad oggi. Circa 1000 le canzoni scelte e fatte ascoltare random ai partecipanti. Il brano più riconosciuto è stato ‘Wannabe” delle Spice Girls (tempo 2 secondi e 29), al secondo posto ‘Mambo n° 5’ di Lou Bega e al terzo ‘Eye of the Tiger’ dei Survivor. E ora forniteci i nomi dei dodicimila…

* La Rai e 90° minuto rispolverano come “opinionista” addirittura Ciccio Colonnese. In diretta il tweet che spiazza l’ex-calciatore: “somigli a uno degli One Direction. Canonizzati.

* Che Tempo Che Fa del sabato sera viene chiuso da una performance talmente fuori dal tempo e da tutto che diventa immediatamente uno (s)cult. Riccardo Sinigallia e Francesco Di Bella che in acustico propongono ‘Clandestino’ di Manu Chao. Zero.

[UP]

* Tom Araya trova online il video di un fan degli Slayer pronto a vendersi la macchina per comprare un biglietto per il loro show di LA, qui la risposta. Applausi.

* Se il “povero” Nick Mason aveva dichiarato tutto il bene nei confronti degli One Direction, il bravissimo attore William H Macy fortunatamente non la pensa così: “Couldn’t put on a good show with a gun to their head, they’re ‘wankers’ and he’d ‘like to spank them'”. In alto i cuori.

* Alex Lowe vince la battaglia contro il cancro e riforma gli Hurricane #1. Grazie.

* Wayne Static.

* Jon Bon Jovi rivedendo il video di ‘Runaway’, il primo singolo della band americana “vecchio” ormai 30 anni, si dice profondamente imbarazzato da come erano vestiti. Anche noi lo siamo ancora. Ma quel periodo ci piace sempre tanto.

* Up per la federazione inglese che ha sospeso l’arbitro internazionale Mark Clattenburg che dopo aver diretto una partita di Premier ha viaggiato da solo, senza gli assistenti, per “correre” al concerto del suo cantante preferito: Ed Sheeran. Mai come in questo caso vale “arbitro cornuto!”.

* Secondo un sondaggio indetto dalla BBC tra i propri ascoltatori la miglior cover di sempre è risultata quella di ‘Always On My Mind‘ (Elvis Presley) fatta dai Pet Shop Boys.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here