Up & Down #107

6408

Non teme il rientro forsennato la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* In cima alla lista dei migliori 100 album realizzati tra il 2010 e il 2014 secondo ‪Pitchfork‬ troviamo quelli di Kanye West‬ e Kendrick Lamar‬. L’indie-snob al potere.

* Phil Collins annuncia il suo primo show dopo quattro anni mentre i Genesis (con un rinnovato logo) l’ennesimo box raschia-archivio. Bastava il documentario. Bastava rimanere a casa.

* Meg Ryan e John Mellencamp divorziano.

* Scott Weiland viene arrestato a Los Angeles… è una bufala lanciata dal solito TMZ… no è che la polizia della città californiana è stata ingannata da un sosia! Weiland questa volta era in studio a lavorare sodo. Dopotutto chissenefrega.

* Henry Rollins attraverso le pagine del “suo” LA Weekly va giù duro sul tema del suicidio. Il giorno dopo dal blog personale è costretto a scrivere “an apology”. No comment.

* Il rapper 20enne Thebe Neruda Kgositsile aka Earl Sweatshirt attacca Taylor Swift perchè nel nuovo video del singolo ‘Shake It Off’ ci sarebbero i soliti stereotipi offensivi verso i neri e via Twitter scrive: “inherently offensive and ultimately harmful”. Detto che la bella 24enne americana non è certo l’ultima arrivata (inizia a 14 anni la sua carriera nel mondo country prima di virare verso il pop maninstream, ricevendo alte “onorificenze” sia dalla Nashville Songwriters Association che dalla Songwriters Hall of Fame, vincendo “solo” 7 Grammy Awards, 12 Billboard Music Awards, 11 Country Music Association Awards e 7 Academy of Country Music Awards…!), nel clip incriminato compare un’innocente quanto divertente parodia del twerking. A Sweatshirt risponde ovviamente il regista Mark Romanek che (riassumendo e semplificando) dice al rapper: ” Caro Earl… il video è ironico…”. Solo lui non se n’era accorto.

* Ice Bucket Challenge è il tormentone virale pro-SLA. I tromboni, i rivoluzionari da salotto, i bastian contrario dalla tastiera facile, arrivano come avvoltoi sull’argomento. Con la solita arroganza e ignoranza. Evidentemente il verbo “sensibilizzare” non è presente nel loro vocabolario. Ditelo a Pete Frates, 29 anni ex-giocatore di baseball, malato di SLA e ideatore della “doccia gelata”. GELATA per far capire cosa si prova a non avere la sensibilità dei propri muscoli. 42 milioni di dollari raccolti solo in USA fino a questo momento. A Frates e a tanti malati come lui non importa se questa catena di sensibilizzazione da qualcuno sia stata usata solo come un giochetto estivo, solo come pretesto per esibirisi senza cuore e portafoglio, per mostrare il culetto sodo o i muscoli abbronzati. Contano quei fondi raccolti, conta che la gente (ignorante sul tema) si sia chiesta “ma perchè la secchiata?”, si sia risposta “ah… per quella malattia, per la SLA” e forse dopo essersi documentata sia andata a donare. Conta questo. La polemica a tutti i costi (soprattutto sui fenomeni di massa) è sterile e non serve neanche per andare a pulirsi il culo al cesso. Ai tuttologi che infestano il web è vivamente consigliata una bella passeggiata a Villa Borghese fuori dalla paranoia social. Aria pulita e mente sgombra.

* Al Forum di Inglewood in California sono andati in scena gli MTV VMAs. Una parata di stelle al silicone, culi al vento, glitter, PVC e mainstream all’ennesima potenza. Beyoncé la grande protagonista, mentre tra gli altri vincitori spiccano Sia, Miley Cyrus, Ariana Grande, Ed Sheeran, Katy Perry, Drake, Eminem, Zedd… unico “neo” la presenza degli Arcade Fire premiati per ‘Reflektor’ come Best Art Direction. Bene.

UP

* Kate Bush avverte i propri fan in vista dei concerti a Londra. “Hallo, We’re all very excited about the upcoming shows and are working very hard in preparation. It’s going very well indeed. I have a request for all of you who are coming to the shows: We have purposefully chosen an intimate theatre setting rather than a large venue or stadium. It would mean a great deal to me if you would please refrain from taking photos or filming during the shows. I very much want to have contact with you as an audience, not with iphones, ipads or cameras. I know it’s a lot to ask but it would allow us to all share in the experience together. Looking forward to seeing you there. Respectfully yours, Kate”.

* Il 59enne Mark David Chapman, l’assassino di John Lennon, resterà in prigione per altri due anni. “The panel has determined that if released at this time, there is a reasonable probability that you would not live and remain at liberty without again violating the law. Your release would be incompatible with the welfare of society and would so deprecate the serious nature of the crime as to undermine respect for the law”.

* Il ritorno dei Drive Like Jehu.

* Courtney Love durante uno show ad Adelaide si incazza come una bestia contro un fan reo di avergli tirato della birra (guarda). Rrrriot come una volta.

* Dave Grohl padre per la terza volta. Il 1 agosto è nata Ophelia Saint Grohl. La mamma è sempre Jordyn Blum.

* Thurston Moore sul Black metal: “Black Metal is music made by pussies of the lowest order, and we felt it was necessary to investigate this aberrant anti-music behaviour. We feel like the sound and attitude of black metal is a loss of self, life, light and desire in a way where it becomes so negative that a whole new bliss arrives where we become super pussy”.

* Il 14 settembre (data della sua nascita) allo Stables Market di Camden (Londra) verrà finalmente svelata la statua che celebra Amy Winehouse. Dimensione naturale, in bronzo, disegnata e  scolpita da Scott Eaton.

* Jack White si rovina la caviglia che appare tumefatta. Viene postata la foto su Instagram con la seguente nota: “the camp is pressuring Jack to postpone the rest of the tour, but Jack wants the show to go on tonight”. Stoico ed eroico.

white

“the camp is pressuring Jack to postpone the rest of the tour, but Jack wants the show to go on tonight.”Read More: Jack White Sprains Ankle but Won’t Postpone Tour | http://ultimateclassicrock.com/jack-white-sprains-ankle/?trackback=tsmclip

“the camp is pressuring Jack to postpone the rest of the tour, but Jack wants the show to go on tonight.”Read More: Jack White Sprains Ankle but Won’t Postpone Tour | http://ultimateclassicrock.com/jack-white-sprains-ankle/?trackback=tsmclip

2 COMMENTS

  1. Commento solo per la prima volta da lettore quasi quotidiano che stima quasi sempre i contenuti proposti… ma per una volta ho qualcosa da scrivere. Questa mancanza di apertura al confronto coi detrattori (anche moderati) delle secchiate, quasi come a voler farli sentire dei mostri, è fuori luogo per il mio (insignificante quanto si vuole) parere. Si fa la secchiata e si donano cifre concrete in base alla propria possibilità? Bene. Si fa la stessa cosa rifiutando cortesemente la secchiata? Bene uguale. Ma… pensare a tutti quei bambini in Africa che la sfida del secchio d’acqua la fanno ogni giorno camminando andata e ritorno per chilometri fino al pozzo più vicino? Dei poverini che si tirano secchiate senza sapere la ragione non scrivo neanche oltre avendolo già fatto voi in un formato di velata denuncia che peraltro apprezzo. E non penso si possa tacere ogni parere contrario solo col fatto di “sensibilizzare” (sia chiaro, cosa positivissima) perchè credo anche nella beneficienza anonima e silenziosa che non ha bisogno di tormentoni o presunti tali. Quindi sì, c’è almeno un buon motivo per essere contrari a questa cosa (senza contarne magari anche altri che nella mia mediocrità non colgo) e senza voler mancare di rispetto a nessuno. Con immutato rispetto anche per voi che fate un lavoro che merita la mia stima.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here