Up & Down #106

625

Non teme la città (semi)deserta la rubrica (non) più giovane di Nerds Attack! Un diario di appunti del meglio (circolettato di rosso) ma soprattutto del peggio (circolettato di marrone) che il mondo dell’intrattenimento riesce a regalarci con estrema scioltezza quotidiana. Up & Down. E che nessuno s’offenda vi augura buon divertimento.

DOWN

* Chris Walla lascia i Death Cab For Cutie. Dispiace davvero molto seppur il sentimento sia di grande gioia pensando all’imminente nuovo lavoro (con Walla) della band americana.

* Il festival Jabberwocky di Londra viene cancellato qualche giorno prima della partenza. Si rimedia con alcuni concerti sparsi qua e là per la città. Ma non basta.

* Glenn Danzig perde la causa che aveva intentato contro l’ex-compagno dei Misfits Jerry Only circa i diritti riferiti alla vendita del merchandise. Non contento annuncia subito di voler realizzare un album di cover di Elvis Presley. Zero.

* Nathan Followill dei Kings Of Leon finisce in ospedale con alcune costole rotte dopo un incidente nel quale viene coinvolto il bus della band. Tour annullato. Menomale.

* Durante un “botta e risposta” con il Guardian George Michael rivela un segreto: “gli Smiths si riformeranno”. I fan in rivolta costringono un portavoce a smentire lo scherzetto del cantante inglese. Nulla di eclatante se i protagonisti non fossero Morrissey/Marr/Joyce/Rourke…

* I Red Hot Chili Peppers non mollano purtroppo. Annunciano di aver già scritto e messo da parte una trentina di canzoni. Ora sono alla ricerca di un produttore. Che speriamo non trovino mai. Josh Klinghoffer: “We’ve written musically 30 songs now. We sort of did this last time, which was my first album. We piled a shitload of stuff on Anthony and he actually came through. He wrote lyrics to 50 songs in the end. We recorded 50 last time. We released an extra 17 that didn’t go on the album. We are conscious to not do that again but we are already up to 28 or 30 songs”.

* Gene Simmons negli ultimi giorni è comparso sulla cronaca musicale circa 170 volte. Prima per un video tutorial che spiega i segreti del make-up dei Kiss (come “modella” c’è la bellissima figlia Sophie Tweed Simmons), poi perchè attaccato dai Black Lips attraverso un video pubblicato dall’Huffington Post, nel quale la band di Atlanta lo esorta “scherzosamente” ad ammainare bandiera bianca e dunque ad arrendersi, e poi perchè proprio da quelle pagine Simmons (delirando) aveva invitato le persone depresse e dipendenti dalle droghe a suicidarsi (leggi via Daily Mail). Normale immaginare quale uragano mediatico abbiano creato queste dichiarazioni (basta farsi un giro wul web sgoogolando qualche minuto). Genio della (auto)promozione o declino senile? Infine eccolo tornare sui suoi passi e dal profilo Facebook dichiarare: “I was wrong and in the spur of the moment made remarks that in hindsight were made without regard for those who truly suffer the struggles of depression. I sincerely apologise to those who were offended by my comments. I recognise that depression is very serious and very sad when it happens to anyone, especially loved ones. I deeply support and am empathetic to anyone suffering from any disease, especially depression”.

UP

* Il bassista dei Trash Talk Spencer Pollard abbatte con una bottiglia di birra il drone che stava filmando il concerto della band al Michigan Theatre di  Detroit (guarda). Olimpionico.

* Morrissey scaricato dalla Harvest Records. Rispetto per la coerenza. Morrissey non è stato scaricato dalla Harvest. Rispetto per la coerenza. Morrissey smentisce: sono stato scaricato dalla Harvest. Rispetto per la coerenza.

* ‘Dummy’ dei Portishead compie 20 anni e viene ristampato. Auguri.

* Ozzy Osbourne su Robin Williams: “I’m forever in debt to Robin Williams. When Sharon was diagnosed with colon cancer, I’d seen the film ‘Patch Adams’ and it was a very. I don’t know if you ever saw that film he made. It’s about a guy who was a male nurse or something in a hospital and he was working with terminal people, and I thought, ‘What a great thing to do, and he’s a very funny man, Robin Williams.’ I got my agent to contact him and ask if he’d be so kind as to come around and talk to my wife, which he did. It was very nice of him”.

* Ozzy Osbourne viene dato per morto su Internet (sarà la millesima volta). Ovviamente il madman gode di ottima (!) salute.

* Rick Parashar.

* Jay Adams.

* Funerale vichingo per il leader unico dei Gwar David Brockie, scomparso per un’overdose di eroina lo scorso marzo, organizzato dai membri della band a ‪Hadad’s Lake a Richmond‬ in Virginia. Oltre alla famiglia dell’artista scomparso c’erano anche Jello Biafra e Randy Blythe dei Lamb Of God. Ovviamente a bruciare è stato il suo celebre costume… (guarda)

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here