Tony Conrad – RIP

441

Il maestro non c’è più. Il pioniere, lo straordinario compositore, il musicista, lo scrittore, il regista, Anthony Schmaltz “Tony” Conrad è morto all’età di 76 anni vinto da un tumore alla prostata che combatteva da tempo. Se parole magiche come “drone” e “minimalismo” sono oggi ancora “venerate” lo si deve a questo signore che nel 1962 si trova coinvolto nella scena underground di una New York al tempo autentico fulcro di avanguardie e sperimentazioni totali. L’incontro con La Monte Young e l’entrata nel collettivo Theater of Eternal Music, quindi per volere della Pickwick Records viene reclutato con John Cale per far parte (come backing band) dei The Primitives e suonare sul singolo ‘The Ostrich’/’Sneaky Pete‘. Gli altri membri sono Lou Reed e Walter de Maria. Dopo qualche show la band si scioglie e la storia dei Velvet Underground (dal nome di un libro trovato da Cale e Reed a casa proprio di Conrad) ha ufficialmente inizio. La prima release di Conrad è un’ormai leggendaria quanto seminale collaborazione con i Faust– ‘Outside The Dream Syndicate’ – pubblicata nel 1973. Dopo un lungo periodo dedicato all’insegnamento Conrad torna sulle scene nel 1993 dando il via ad una serie di mirabili joint venture tra cui si ricordano quelle con Rhys Chatham, Genesis Breyer P-Orridge, Charlemagne Palestine, Keiji Haino, Jim O’Rourke.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here