The Scientists: in Italia

476

Una storia influente che affonda le radici nella seconda metà degli anni ’70. Quella di Kim Salmon, quella dell’Australia post-punk, quella che risponde al nome di The Scientists, nati dopo le esperienze dell’artista di Perth in seno ai The Cheap Nasties e successivamente nell’embrione della band madre come Exterminators e Invaders. Dall’Australia all’Inghilterra per una nuova vita (ma tutto è già scritto tra il 1981 e il 1985), in mezzo e dopo Beasts of Bourbon, The Surrealists, Antenna, The Business, avventure soliste e collaborazioni, Darling Downs e molto altro in un mare frastagliato e avvincente. Kim Salmon, Boris Sujdovic, Tony Thewlis e Leanne Chock in Italia per un’unica storica data. Infine non perdete ‘A Place Called Bad’ la raccolta della Numero Group pubblicata nel 2016 (4 CD o 2LP).

“The Scientists turned my head around and made a man out of me! They grew hair on my palms and made my socks stink!”Jon Spencer

“They wrote fantastic singles and looked like they just crawled out of the ooze. What more could you ask for?”Warren Ellis

“The Scientists proved to me that rock n roll could be played by gentlemen in fine silk shirts half unbuttoned and still be dirty, cool and real.“— Thurston Moore

29 giugno @ Festival Beat #26/Salsomaggiore Terme-Parma