The HOUSEMARTINS

584

Due soli album per autoproclamarsi “fourth best band in Hull”. La storia degli Housemartins è impossibile da dimenticare, lo sanno bene anche quelli della label Spectrum Audio UK che a giorni pubblicano ‘Happy Hour: The Collection’ la quarta antologia della storia della formazione britannica a quattro anni dall’ultima ‘Soup’. Venti tracce in cui trovano spazio b-sides e live tracks ma anche brani dei Beautiful South, progetto fondato da Paul Heaton e dal batterista Dave Hemingway proprio all’indomani del break degli Housemartins.

Lista tracce:

1. “Happy Hour”
2. “Caravan Of Love”
3. “Build”
4. “Me And The Farmer”
5. “Think For A Minute”
6. “Flag Day”
7. “Bow Down”
8. “There Is Always Something There To Remind Me”
9. “We’re Not Deep”
10. “I Can’t Put My Finger On It”
11. “I Smell Winter”
12. “Johannesburg”
13. “Get Up Off Our Knees”
14. “Rap Around The Clock”
15. “Pirate Aggro”
16. “He Ain’t Heavy, He’s My Brother”
17. “Step Outside”
18. “You’ve Got A Friend”
19. “The People Who Grinned Themselves To Death”
20. “Lean On Me”

2 COMMENTS

  1. Ma son morti pure loro per qualche mix di alcol e farmaci o per inizioni letali? Qualche tempo fa la Deluxe edition di London 0 Hull 4, poi il live at the Beeb (molto molto gradevole), ora un altro greatest? Ma no, ho già “Now it’s what I call quite good”, basta quello.

Commenta

Please enter your comment!
Please enter your name here