The Hand @ Wishlist [Roma, 16/Novembre/2017]

634

La serata giusta. Il freddo mansueto che rimane in disparte. Due birrette con l’amico, un pasto veloce e un salutare caffettino, benzina corroborante nel motore over 40. Nella graziosa casa del club di San Lorenzo (quartiere dove tutto rimane immutato e immutabile) l’occasione per ascoltare dal vivo il debutto dei triangolari The Hand. ‘Three is a Crowd’ è infatti il primo disco a circa tre anni dalla fondazione del progetto capitolino che vede coinvolti navigati mestieranti come Emiliano Tortora, Fabrizio Mazzuccato e Sandro Di Canio. Se nelle nove tracce in studio non è reatopeccato pensare (anche) a tanta wave italiana anni ’80, che si fonde con le esperienze e il background dei nostri, dal vivo questa percezione (s)fugge via per lasciare il posto a un set dai tratti “Exterminatori”. Lunghe reiterazioni che hanno come comune denominatore la britannia griffata Creation, il sound Madchester a ritroso fin giù nella valle del kraut Neu!/oriented, e poi ovviamente la luce dei fratelli Reid. Feedback e motorik, squarci gaze, un invidiabile muro di suono con pochissimi cedimenti. Lasciano firmato “Drone’n’Roll”. Sottoscriviamo. Un’esperienza nella serata giusta.

Emanuele Tamagnini

Foto dell’autore