REFERENDUM 2009 – The Winner

587

La fine. La terza e ultima parte della nostra capillare raccolta referendaria esprime la Top 20 definitiva. Risultato della somma matematica delle Top 5 pervenute dai tre fronti: Nerds Attack!, addetti ai lavori e lettori. Una classifica per certi versi a sorpresa. Che non nasconde il solito difettuccio alla base. Si ascoltano pochi dischi seppur immersi nell’era del download, dello scarico a valanga, delle mille e una informazioni che ci arrivano telematicamente da ogni dove. Sintomo riscontrato dall’enorme difficoltà (diffusa sui vari fronti di cui sopra) a tirar giù “cinque nomi cinque” utili a completare l’annuale preferenza principe.

Difetti di memoria (giustificata vista l’incredibile mole di pubblicazioni), di organizzazione (basterebbe un taccuino con qualche appunto periodico), di cultura generale musicale (i votati sono molto spesso i soliti “grossi” nomi), di informazione (gente che cade delle nuvole al momento della scoperta che quell’artista o quell’altro si sono dati da fare per un disco colpevolmente ignorato), non ultima la completa assenza (in alcuni casi) di quella voglia di divertirsi tra “amici”, di interagire confrontandosi, di non prendersi troppo sul serio. In fondo le votazioni sono solo un piccolo gioco. Ma per molti rimangono una fatica molto più grande di quelle che patì Ercole.

Diamo allora uno sguardo alla classifica. Ai monumentali Portishead succedono gli ampiamente pronosticati GRIZZLY BEAR. Band già caduta nei favori di molti media specializzati (soprattutto di quelli ad alto tasso di intelighentia indie) grazie ad un delizioso album, divenuto in breve tempo un piccolo caso di culto e successo. I ragazzi guidati da Edward Droste hanno avuto il fiato sul collo de Il Teatro Degli Orrori. Per moltissimi ‘A Sangue Freddo’ è album inferiore al debutto eppure Capovilla e compagni si issano al secondo posto. Ancor più sorprendente la terza piazza conquistata da Dente. Altro fenomeno lievitato grazie ad un’intensa attività live (come i “teatranti” del resto) e ad un lavoro che ci sembra meno spontaneo degli esordi (ancora poco noti alla grande massa). Complimenti comunque a Giuseppe.

Al quarto posto i geniali Flaming Lips la spuntano di misura sugli Animal Collective. I celebrati Fuck Buttons non vanno oltre il sesto, alle spalle è piaciuto il sound “classico” del progetto Them Crooked Vultures (alla lunga molto deludente a dir la verità), mentre ci sembra ottimo il piazzamento dei Dirty Projectors. Rivestono il ruolo di autentici oustider i nipponici Mono e soprattutto l’etiope Mulatu Astatke in compagnia dei londinesi Heliocentrics di Malcolm Catto. Buona la conferma di Antony e dei Zu, deludente invece la posizione dei Wilco e del progetto Danger Mouse/Sparklehorse/David Lynch. Importante il dato sui fenomeni “giovanili” provenienti dal Regno Unito. Horrors, Franz Ferdinand e Editors vengono (fortunatamente) relegati in un blocco da tre dal 13esimo al 15esimo posto. Notevole infine la presenza degli italianissimi (milanesi) Fine Before You Came.

I primi cinque posti del 2008 erano stati occupati nell’ordine da: Portishead, Sigur Ros, The Black Angels, TV On The Radio e Nick Cave. A voi, amatissimi compari e posteri, l’arduo raffronto e la “naturale” sentenza. Al prossimo anno!

[1] GRIZZLY BEAR Veckatimest
[2] IL TEATRO DEGLI ORRORIA Sangue Freddo
[3] DENTEL’amore Non E’ Bello

4. FLAMING LIPS Embryonic
5. ANIMAL COLLECTIVE Merriweather Post Pavillion
6. FUCK BUTTONS Tarot Sport
7. THEM CROOKED VULTURESThem Crooked Vultures
8. DIRTY PROJECTORS Bitte Orca
9. MONOHymn To The Immortal Wind
10. ANTONY & THE JOHNSONS The Crying Light

11. ZUCarboniferous
12. WILCO Wilco (The Album)
13. The HORRORS Primary Colors
14. FRANZ FERDINANDTonight: Franz Ferdinand
15. EDITORS In This Light And On This Evening
16. The PAINS OF BEING PURE AT HEARTThe Pains Of Being Pure At Heart
17. MULATU/HELIOCENTRICSInspiration Information
18. MI AMI Watersports
19. DANGER MOUSE & SPARKLEHORSE Dark Night Of The Soul
20. SONIC YOUTH The Eternal

Restano fuori dalla Top 20 per pochi voti: Tortoise, Fine Before You Came, The Twilight Sad, David Sylvian, DM Stith, Blank Dogs e Dan Auerbach.